Elezioni 2018. Boschi candidata nel collegio di Lucca? E De Bortoli: “Attende azione civile, Ghizzoni ha confermato le mie parole”

Dunque, Maria Elena Boschi si ripresenterà alla corsa elettorale 2018. Ma in quale collegio?
Lei stessa ha più volte detto di rimettersi alle decisioni del partito anche se: “mi auguro di essere nuovamente candidata in Toscana”.
E a quanto pare così potrebbe essere ma non nel collegio aretino ma bensì in quello di Lucca.
L’indiscrezione è quella battuta poche ore fa dal quotidiano Libero che, prendendo spunto da La Nazione, sottolinea come sarebbe il collegio: “quello di Lucca, laddove la sottosegretaria potrebbe giocarsi il suo futuro in Parlamento. L’indiscrezione filtra da fonti anonime del partito democratico”.

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   24 dicembre 2017 15:12  |  Pubblicato in Politica, Arezzo


E’ al termine delle audizioni che si sono susseguite nell’ambito della Commissione di inchiesta parlamentare sulle banche, e dopo gli infiniti botta e risposta che hanno riacceso i riflettori sulla vicenda Banca Etruria, che prende forma in maniera sempre più forte una possibile ricandidatura dell’ex ministro alla Riforme, e attuale sottosegretario, Maria Elena Boschi al Parlamento.
Una decisione sicuramente non nuova e della quale non ha fatto mistero né lei né la dirigenza del Partito Democratico che, anche nelle ultime settimane, ha prestato il fianco a questa scelta.

Dunque, Maria Elena Boschi si ripresenterà alla corsa elettorale 2018. Ma in quale collegio?
Lei stessa ha più volte detto di rimettersi alle decisioni del partito anche se: “mi auguro di essere nuovamente candidata in Toscana”.
E a quanto pare così potrebbe essere ma non nel collegio aretino ma bensì in quello di Lucca.

L’indiscrezione è quella battuta poche ore fa dal quotidiano Libero che, prendendo spunto da La Nazione, sottolinea come sarebbe il collegio: “quello di Lucca, laddove la sottosegretaria potrebbe giocarsi il suo futuro in Parlamento. L’indiscrezione filtra da fonti anonime del partito democratico”.

Nel frattempo, sempre in seguito al termine delle audizioni in Commissione parlamentare, ecco che è Ferruccio de Bortoli, ex direttore del Corriere della Sera ad intervenire nuovamente. E lo fa attraverso i social, poche ore dopo l’intervento di Federico Ghizzoni (ex ad di Unicredit). 

“Ringrazio Federico Ghizzoni -scrive il direttore – per aver confermato la richiesta dell’allora ministra Maria Elena Boschi di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria. Prima dell’uscita del mio libro, nel quale non si parla mai di pressioni, non si sapeva che Unicredit avesse trattato l’acquisizione di Etruria, né che sull’argomento fosse intervenuta Maria Elena Boschi, nei modi e nei tempi che Federico Ghizzoni ha precisato. Era giusto che l’opinione pubblica lo sapesse e che lo sapessero in particolare azionisti, obbligazionisti e risparmiatori delle altre banche in crisi. Attendo l’azione civile di cui ho sentito finora parlare, senza aver ricevuto alcun atto. Aspettando che sia il Tribunale a dire l’ultima parola credo che la penultima l’abbia già detta Ghizzoni. p.s. Chiedo scusa per l’errore di data del mio libro, il colloquio è di fine 2014 non del 2015”.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus