D'Urso alla Asl Sud Est, il M5S: "Nomina politica inopportuna"

La dichiarazione è del consigliere regionale Andrea Quartini

Dichiarazione di Andrea Quartini, consigliere regionale del Movimento 5 stelle in Toscana sulla nomina di Antonio D'Urso a direttore generale della Asl Toscana Sud Est, nonostante l'indagine in corso 

“Il Movimento 5 stelle è, da sempre, contrario a qualunque genere d’indicazione politica di soggetti destinati a ricoprire cariche di tutela e rilievo generale come appunto accade invece nei sistemi Asl, dove i direttori generali, purtroppo, corrispondono a nomine politiche. Riguardo il caso specifico di Antonio D’Urso, di cui non discutiamo il valore professionale, queste perplessità vengono confermate in toto. Ma quel che ci pare ancor più significativo è il clima di spartizione che centrodestra e centrosinistra sostengono. Un modus operandi che arriva sino a tener conto delle correnti interne a singoli partiti, che all’occorrenza tirano in ballo indagini in corso, senza tenere presenti aspetti ben più seri: basta pensare al caso del rinvio a giudizio del capo di Gabinetto di Enrico Rossi, o all’inopportunità, puntualmente disattesa, d’incarichi per personaggi condannati dalla Corte dei conti per danno erariale o truffa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Confidiamo che la politica torni ad assolvere finalmente il proprio ruolo senza voler allungare ombre su scelte che nulla debbono avere a che fare con i meccanismi partitici. Certe decisioni devono restare in seno a una dialettica meritocratica e mai finire per essere piegate per ragion di parte”. 

La scelta cade su Antonio D'Urso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • "In trincea contro il Covid-19: colpisce e uccide lasciando soli i pazienti". La storia di Sara, infermiera aretina a Bologna

  • Coronavirus, 27 nuovi tamponi positivi nell'Aretino. In città due casi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento