Il commento della Lega all'aggressione nel sottopasso della stazione

Riceviamo e pubblichiamo da Lega Arezzo

Riceviamo e pubblichiamo da Lega Arezzo.

È sera. 28 settembre. Una sola "colpa" : attraversare il sottopassaggio della stazione nel momento sbagliato. Un pugno gratuito, sferrato in pieno volto ad una ragazza aretina da parte di un trentaduenne originario del Mali. L'ennesimo episodio di violenza da parte di un immigrato o rifugiato politico come si usa meglio dire. Ora, un delinquente è un delinquente, senza distinzione di provenienza, ma è innegabile che il numero crescente di episodi violenti e abusi della libertà personale derivino da cittadini immigrati. Ancor più preoccupante, è il fatto che dopo un periodo di tranquillità, il nuovo governo ha dichiarato che riaprirà i porti e saremo un'altra volta schiavi di questa politica immigratoria senza freni e senza controllo. Poi come possiamo ben vedere queste scelte scellerate si ripercuoteranno ai danni dei cittadini onesti. La Lega non ci sta e combatterà con tutte le sue armi questo governo senza una logica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto lungo la regionale 71: strada temporaneamente chiusa. Due feriti

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Schianto auto-moto tra Pieve al Toppo e San Zeno: grave 43enne. Strada temporaneamente chiusa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento