"Auto da 50mila euro e la casa popolare", 40 furbetti scoperti dal Comune nel 2018

I casi limite raccontati dall'assessore Nisini

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Sono circa 40 i casi anomali scoperti anche nel 2018 dal Comune di Arezzo sugli inquilini di case popolari. Famiglie o singoli che ne avevano il possesso senza averne diritto. Ci sono tra questi alcuni casi limite, come quello di una persona che aveva parcheggiato sotto la casa popolare una macchina da 50mila euro, chi viveva in Lussemburgo e la usava quando veniva ad Arezzo, chi era in possesso di altri immobili.

"Abbiamo fatto controlli incrociati, aiutati anche dalle segnalazioni che sono arrivate alla mail attivata contro i furbetti" ha spiegato Tiziana Nisini che ha raccontato di essere andata lei stessa a verificare alcuni casi, di essersi fermata nei parcheggi per vedere le anomalie in corso.

Si è trattato di abusivi riscontrati effettivamente che sono stati allontanati, provocando così lo scorrimente delle graduatorie per le case popolari per almeno 40 famiglie che ne avevano il pieno diritto e che hanno potuto finalmente fare accesso nell'abitazione assegnata.

Potrebbe Interessarti

  • Schianto in zona Eden: 34enne di Arezzo portato a Siena in elicottero

  • Un tonno trasportato per le vie del centro e scaricato in ascensore: il video shock. Scattano i controlli della Asl, chiuso locale

  • Arezzo s'inchina davanti alla Chimera: "La vittoria è per Giancarlo e per chi non ci aveva mai visto trionfare"

  • Disturbi e invasioni. La Colombina fa ammenda, Geppetti: "Intollerabile, mi sono scusato con Porta del Foro"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento