Caos traffico a Ceciliano. Caneschi (Pd): "Vergognoso accusare la Municipale e scaricare le responsabilità sui lavoratori"

E' il segretario comunale del Partito Democratico a prendere parola ed intervenire su quello che è accaduto lo scorso venerdì lungo la regionale 71 all'altezza di Case Nuove di Ceciliano

Alessandro Caneschi, segretario comunale Pd Arezzo

"Vergognoso accusare la polizia municipale di Arezzo e tentare di scaricare le responsabilità sui lavoratori".
E' il segretario del Pd Arezzo Alessandro Caneschi ad intervenire pubblicamente all'indomani del venerdì da incubo vissuto dagli automobilisti che finiti imbottigliati nel traffico lungo la sr 71. E' stato infatti proprio in prossimità di Case Nuove di Ceciliano che i viaggiatori sono rimasti per ore fermi a causa dei cantieri presenti.

Una condizione difficile alla quale si sono sommati anche piccoli incidenti e tamponamenti che, a loro volta, hanno contribuito a rendere il tratto impercorribile allungando code e tempi. Nelle scorse ore è stata l'amministrazione provinciale ad intervenire per sottolineare come "l’ingorgo automobilistico che si è creato è stato causato da situazioni esterne da non imputare alla Provincia di Arezzo, aggravato anche da due incidenti in atto nella tangenziale". 

Caos traffico a Ceciliano. La Provincia: "Non avvertiti degli altri cantieri, un nostro operaio investito"

Insomma, a dire della Provincia, una serie di "mancanze tecniche" che non hanno tardato a suscitare l'indignazione da parte dei cittadini e dei gruppi politici del territorio.

"Due palazzi dello stesso colore politico che non si sanno passare la palla, il "gioco di squadra" del centrodestra fra Comune e Provincia di Arezzo non è stato proprio all'insegna del "tiki taka" - spiegano dal Pd di Arezzo - venerdì scorso nella zona urbana di Ceciliano è andato in onda un vero e proprio "catenaccio" e ora le responsabilità si rimpallano fra una sponda e l'altra di piazza della Libertà. Cantieri che nascono in compartimenti stagni, mancanza di pianificazione dei lavori, disagi per i cittadini, insomma una giornata da dimenticare per Arezzo e i suoi automobilisti, con l'ultima brutta figura dei politici che scaricano la responsabilità sui dipendenti".

Durissime le parole del segretario comunale Pd che sulla vicenda interviene proprio sul finire del weekend, alla vigilia della riapertura dei cantieri prevista proprio per la mattinata di lunedì.

"Troppo facile quando ci sono dei grandi problemi scaricarli sui tecnici e poi quando ci sono le inaugurazioni di opere realizzate essere in prima fila a tagliare i nastri – dichiara il segretario del Pd di Arezzo Alessandro Caneschi – che la presidente della Provincia Chiassai si prenda le proprie responsabilità per aver fatto passare agli aretini un giorno da incubo. Se poi pensa che le responsabilità siano del Comune lo dica chiaramente, ma ne dubitiamo visto che qualcuno là dentro l'ha fortemente sostenuta per la sua elezione. Riteniamo vergognoso accusare la polizia municipale di Arezzo e tentare di scaricare le responsabilità sui lavoratori. È evidente che con l'avvicinarsi alle prossime elezioni l'input politico della giunta Ghinelli è quello di cercare di portare a casa qualche risultato dopo 4 anni di inerzia, ma se questi sono i risultati dobbiamo davvero essere preoccupati per i prossimi mesi. Come Pd chiediamo che i lavori vengano fatti con idonea programmazione, in orari consoni, con precisa indicazione di percorsi alternativi, per evitare tutti i disagi che ci sono stati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Sugar è il miglior negozio del pianeta: Arezzo sul tetto del mondo con Mosca e Tokyo

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Bimbo aretino nasce con l'intestino nel torace: salvato con rarissimo intervento

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento