Luca Casagni è il candidato sindaco di centrosinistra per Castiglion Fiorentino

Oggi le primarie: superati Lucci e Castellani

Si è chiusa alle 20 la votazione, poi lo spoglio: il vincitore è Luca Casagni. È questo l’esito della campagna per scegliere il candidato sindaco del centro/sinistra a Castiglion Fiorentino.

326 i votanti. Casagni ha vinto con il 70,3%. I tre candidati sono stati Luca Casagni, dipendente del ministero della difesa, Alessandro Castellani, scrittore e imprenditore ed Edoardo Lucci, imprenditore.

La nota del comitato castiglionese

In un’atmosfera di grande serenità i tre candidati hanno partecipato a tutti gli incontri previsti in queste settimane sia nelle frazioni che presso i circoli del paese.

La coalizione che si raggrupperà sotto un’unica lista civica, rappresenta un elemento di forte novità, vista anche la grande apertura al civismo ed alla partecipazione popolare.

Il modello lista civica con supporto di un centro sinistra unito, raffigura Castiglion Fiorentino come un avamposto per un modello proficuo e replicabile.

E’ stata una grande occasione per presentare il programma politico, aperto al mondo delle imprese, delle associazioni produttive, ma anche ai problemi delle zone periferiche del comune, in cui vivono le persone che piu’ soffrono il senso di abbandono.

Poiché viviamo in un contesto nazionale dove si assiste ad una campagna elettorale permanente, fatta per alimentare le paure e di fronte ai rigurgiti dell’ideologia nazionalista - ribattezzata sovranismo per nascondere la propria storia - proprio nel tempo del mondo fattosi piccolo, si manifesta ogni giorno di più l’urgenza di rilanciare una idea di comunità fondata sulla tutela dei diritti fondamentali e sulla sempre miglior partecipazione al bene comune di ciascun cittadino, a partire dalle elezioni amministrative a Maggio 2019.

Questa è l’unica strada: sia per salvaguardare e promuovere il miglior benessere delle stesse comunità locali, che per mantenere la propria identità: cooperare strettamente, pena lo stravolgimento sociale progressivo in un processo economico subìto, invece che partecipato.

La creazione di una lista civica locale, muove dall’obiettivo di coinvolgere nuove forze, nella convinzione che proprio a partire dai territori sia importante lavorare per difendere e diffondere un’idea di paese che ruota attorno alla legalità, alla libertà, ma anche alla solidarietà; valori fondanti di uno Stato di Diritto imperniato sulla divisione dei poteri, sul rispetto dei diritti fondamentali, sulla libera circolazione delle persone, delle idee e delle merci e sulla cooperazione tra gli uomini.

Questi sono stati i punti unificanti di queste primarie castiglionesi, a prescindere dalle diverse idee proposte dai tre candidati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Economia

    Zone pilota: raccolta organico al 40%.Il nuovo reparto di compostaggio, funzionale al progetto di ampliamento di Aisa

  • Cronaca

    "Salvate le mie bambine bloccate in Venezuela", l'appello di un padre aretino al presidente Mattarella

  • Calcio

    Dilettanti, il quadro delle sfide dalla serie D alla Seconda

  • Cronaca

    Rischio incendi elevato: divieto di abbruciamenti fino al 31 marzo. Le telefonate ai vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Sr71, geometra 50enne perde la vita

  • Calcio, tutte le classifiche dei campionati dalla serie C alla Seconda categoria

  • Travolta in strada nella notte: muore a 24 anni

  • Incidente sul raccordo autostradale: task force di soccorsi. Quattro feriti nello schianto

  • Tragedia a Subbiano, muore il geometra Ferrini: ancora uno schianto sulla Sr 71

  • Tragedia a Renzino, Andreea Bianca travolta lungo il ciglio della strada: ad Arezzo da un anno, forse usciva da un locale

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento