Alberti e Casucci (Lega): "La Asl chiede indietro soldi alle ex guardie mediche. Vicenda da monitorare"

Presa di posizione dei consiglieri regionali della Lega, Jacopo Alberti e Marco Casucci, riguardo una vicenda che coinvolge la Asl di Arezzo. “Su specifica segnalazione del nostro capogruppo in consiglio comunale ad Arezzo, Egiziano Andreani...

consiglio-comunale-casucci

Presa di posizione dei consiglieri regionali della Lega, Jacopo Alberti e Marco Casucci, riguardo una vicenda che coinvolge la Asl di Arezzo.

“Su specifica segnalazione del nostro capogruppo in consiglio comunale ad Arezzo, Egiziano Andreani, abbiamo appreso di una vicenda che ci lascia perplessi. Oltre dieci anni fa vennero erogati, dai responsabili dell’Asl aretina di allora, degli emolumenti a professionisti operanti come guardie mediche per il loro lavoro. Ebbene, a distanza di tanto tempo, l’Asl Sudest decide arbitrariamente di richiedere agli stessi sanitari una parte di quanto loro percepito in precedenza. Una storia che, a nostro avviso, potrebbe avere dei risvolti poco chiari e ci auguriamo che venga fatta piena luce su questa problematica. Ci chiediamo come mai, dopo essere stati “munifici”, si decida improvvisamente di tornare sui propri passi, richiedendo del denaro che fu dato spontaneamente ai medici di Arezzo. Non possiamo che solidarizzare con i sanitari coinvolti, auspicando che tale questione non sia, alla fine, pesantemente e indegnamente penalizzante nei loro confronti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra tir in A1: corsia a lungo chiusa, caos traffico. Due feriti estratti dalle lamiere

  • Buoni postali fruttiferi, risparmiatore ottiene 9mila euro in più di interessi. Il caso spiegato dall'avvocato Bufalini

  • "Ciao Nicola, gigante dal cuore gentile". Croce Rossa e Sbandieratori in lutto per l'improvvisa scomparsa di Bocciardi

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Resta chiuso l'America Graffiti. Lavoratori in ansia

  • Mamma e figlia di 3 anni inseguite e minacciate per via di un parcheggio: "Siamo dovute correre dentro l'asilo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento