Acqua, Donzelli e Lucacci(Fdi): "Da Pd e M5S proroga-regalo ai francesi, cda da azzerare"

"La proroga della concessione idrica per Nuove Acque è una scelta anti-italiana e anti-toscana che rappresenta un vero e proprio regalo della Conferenza dei sindaci ai francesi. Una decisione di palazzo con la regia del Partito democratico di cui...

giovanni-donzelli

"La proroga della concessione idrica per Nuove Acque è una scelta anti-italiana e anti-toscana che rappresenta un vero e proprio regalo della Conferenza dei sindaci ai francesi. Una decisione di palazzo con la regia del Partito democratico di cui a subire le conseguenze saranno i cittadini, nonostante che i comuni che rappresentano la maggioranza della popolazione del territorio, Arezzo in testa, si fossero espressi in modo contrario. I sindaci del Movimento 5 Stelle Nogarin e De Pasquale, a cui piace riempirsi la bocca con la ripubblicizzazione dell'acqua, non hanno votato favorendo, nei fatti, l'approvazione della proroga e tutelando gli interessi privati di Acea".

E' quanto affermano il capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio regionale della Toscana Giovanni Donzelli e il portavoce provinciale aretino del partito Francesco Lucacci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I membri del Cda di Nuove Acque, con il Presidente Nannini in testa, si devono dimettere per consentire ai sindaci di trovare un'intesa espressione della volontà del territorio - sottolineano - dimenticando le cupe e cervellotiche dinamiche del Pd, i cui sindaci in sede di Autorità idrica hanno preso una decisione assurda. Fratelli d'Italia si rivolgerà in tutte le sedi istituzionali e non, per tutelare gli interessi dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni da quello che è una trama che favorisce i poteri forti. Se questa è la strada verso l'ente unico di gestione dei servizi, oggi siamo convinti una volta di più che sia quella sbagliata - concludono Donzelli e Lucacci - la soluzione è dare più spazio ai comuni e alla volontà dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento