Terminati i lavori alle due rotatorie di Ponte a Chiani: un investimento da 1 milione e 450 mila euro

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “Abbiamo finalmente provveduto a rimuovere due punti critici ai limiti del territorio extraurbano"

Dopo la loro apertura al traffico avvenuta i primi di agosto dello scorso anno, si sono definitivamente conclusi i lavori alle due rotatorie a Ponte a Chiani che caratterizzano la nuova viabilità all’altezza della frazione lungo la strada provinciale 21 di Pescaiola. Entrambe con un diametro di 57 metri, si trovano a 165 metri di distanza l’una dall’altra.

La prima è subito dopo il ponte sopra il canale della Chiana e servirà come accesso a Chiani e come svincolo verso Indicatore e verso il raccordo. La seconda immette sul raccordo stesso o consente di svoltare per la strada che conduce a San Giuliano.

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “Abbiamo finalmente provveduto a rimuovere due punti critici ai limiti del territorio extraurbano e che attendevano da tempo una sistemazione che favorisse fluidità del traffico e condizioni di sicurezza. L’investimento è stato importante: le risorse provenienti direttamente dall’amministrazione comunale ammontano a 250 mila euro, 300 mila da un privato grazie al sistema della perequazione urbanistica e 900 mila euro dalla Regione”.

Quest’ultima rappresentata dall’assessore alle infrastrutture, viabilità, trasporti e urbanistica Vincenzo Ceccarelli: “Un finanziamento del 2014 tradotto in una soluzione funzionale che interviene adeguatamente in un punto caratterizzato da un’intensa circolazione veicolare e che ricorda l’altra di alcuni anni fa, a Olmo, frutto della sinergia Comune-Provincia, sempre orientata a favorire lo sviluppo locale”.

“Il cantiere – ha rilevato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – è durato sostanzialmente un anno, a parte rifiniture di carattere estetico che non hanno inficiato la fruibilità dei nuovi svincoli. Peraltro, anche in corso d’opera non abbiamo registrato chiusure stradali o impatti importanti grazie all’ottima direzione dei tecnici comunali. E a breve, obiettivo rotatoria a Santa Maria delle Grazie per eliminare il semaforo tra via Mecenate e via Benedetto da Maiano”.

Completati anche la viabilità tra le nuove intersezioni, il parcheggio auto per 28 posti di cui 2 per disabili lungo la nuova strada comunale per Chiani e le strade e aree di sosta a servizio di alcuni esercizi commerciali e abitazioni posti sul lato del nuovo supermercato e all’altezza della svolta per Indicatore. Non mancano ovviamente attraversamenti pedonali rialzati.

La nota della Regione Toscana

Presentato stamani ad Arezzo il nuovo intervento sulla viabilità nella zona di Ponte a Chiani. L'intervento è il frutto dell'accordo di programma sottoscritto nel 2014 tra Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Comune di Arezzo e Arezzo Innovazione per la riqualificazione e il rilancio socioeconomico del territorio e il sostegno agli insediamenti produttivi e commerciali, per un valore complessivo di 1,5 milioni di euro di cui 950mila euro finanziati con risorse della Regione Toscana.

Nello specifico si tratta della realizzazione di due rotatorie e di un parcheggio, oltre ad altri interventi minori, con l'obiettivo di migliorare la viabilità lungo la strada provinciale 21 di Pescaiola. In questo modo sono stati migliorati due punti particolarmente delicati: il primo, subito dopo il ponte sopra il canale della Chiana, porta a destra a Indicatore e a sinistra verso Chiani e il raccordo; il secondo immette sul raccordo stesso oppure consente di svoltare per la strada che conduce a San Giuliano.

Soddisfatto l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli che ha partecipato alla presentazione: "Finalmente l'intervento ha trovato una sua conclusione. Un investimento importante che favorirà un migliore scorrimento della circolazione e una maggiore sicurezza stradale in una zona strategica anche per la presenza di importanti insediamenti produttivi. Aggiungo che, come era avvenuto in passato grazie alla collaborazione tra Provincia e Comune che avevano realizzato le rotatorie all’altezza di Olmo, questo intervento migliora l’accesso e l’uscita dal lato ovest della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Animali 3D in casa grazie a Google. Come fare e l'elenco completo

  • Scanzi supera il milione di fan. Più 250mila in 7 giorni, nessuno come lui in Italia

  • Mascherine obbligatorie fuori dall'abitazione. L'annuncio di Rossi: "Ne distribuiremo subito 10 milioni"

  • Un 22enne stampa in 3D le valvole per le maschere Decathlon. E le dona agli ospedali

  • Emergenza Covid-19: un valido aiuto viene dai Commercialisti

  • Coronavirus, obbligo di mascherine dove necessario mantenere una distanza di 1,8 metri

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento