Bretella Coste-casello. Lega: "La presentazione non ci ha convinto"

Insomma un'opera necessaria, tanto decantata, ma che sembra l'ennesimo annuncio pre-elettorale che invece di risolvere i problemi, li sposta solo un po' più in là

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

L'intervento da parte della Lega Valdarno sul progetto riguardante la bretella Coste-casello nel comune di Terranuova Bracciolini.

Non ci ha completamente convinto la presentazione della nuova bretella tra Le Coste e il casello Valdarno come prolungamento della nuova statale 69 a Terranuova Bracciolini. Dichiarano Simone Badii, Commissario Lega Valdarno aretino, Filippo Fiani, Responsabile comunale Lega Terranuova, e Massimo Mugnai, Consigliere "Centrodestra per Terranuova".

Il primo motivo per l'enorme costo, 18,5 mln di euro per 1600 metri di asfalto, dovuto alla peculiare posizione del tracciato posto in zona alluvionale critica anche per i pozzi presenti, in secondo luogo perché dopo tantissimi anni di idee, promesse e progetti, si è giunti a presentare e a dare il via (almeno a detta di Chienni e Ceccarelli) ad un progetto incompleto. Il lungo ponte sul Ciuffenna non è realizzabile perché Terna ha negato una variante all'elettrodotto e non è ancora stato fatto il progetto del ponte sull'arno a nord, indispensabile ad alleggerire il traffico sull'unico, vecchio, attuale.

Ma soprattutto segnaliamo come inadeguata la nuova rotatoria progettata davanti al casello autostradale: piccola e insufficiente a recepire l’enorme flusso di traffico che si concentrerà su di essa e che già dalle simulazioni mostra scarsa fluidità. Insomma un'opera necessaria, tanto decantata, ma che sembra l'ennesimo annuncio pre-elettorale che invece di risolvere i problemi, li sposta solo un po' più in là.

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento