I saldi anticipano l'Epifania. Il vademecum antitruffa

Via agli sconti a partire dal 4 gennaio. I consigli per evitare brutte sorprese cercando tra i saldi l'occasione giusta

Via ai saldi invernali a partire da sabato 4 gennaio. Tra una settimana esatta partirà la caccia all'occasione giusta, all'abito, ma anche all'oggettistica per la casa, ma non solo visto che anche l'elettronica è un bacino a cui guardano con interesse gli aretini. Le vendite di fine stagione dureranno 60 giorni, quindi fino a martedì 3 marzo. Le tempistiche sono state fissate dalla Giunta regionale Toscana con la delibera 1332 del 4 novembre scorso. Le associazioni dei consumatori come accade alla vigilia di ogni 'sconto' hanno diffuso un vademecum per evitare truffe e raggiri.

  • Il cliente deve avere la possibilità di provare il capo di abbigliamento ad eccezione di quelli che di solito non vengono provati. Attenzione però: non esiste l'obbligo di far provare i capi.
  • Sull'articolo deve essere presente il cartellino con il normale prezzo di vendita, la percentuale di sconto e il prezzo finale.
  • Utilizzate, se volete, la calcolatrice del vostro smartphone per verificare che il prezzo decurtato della percentuale di sconto sia corretto.
  • I prodotti che presentano dei danni devono essere sostituiti nel più breve tempo possibile o comunque rimborsati in tempi brevi.
  • I prodotti in saldo devono essere stagionali e non fuori moda.
  • Il cambio dell'articolo non danneggiato è a discrezione del commerciante.
  • Il cambio può essere effettuato soltanto presentanto lo scontrino fiscale.
  • Il venditore deve accettare carta di debito o credito come metodo di pagamento.

Ma i consigli non si fermano qui. Secondo gli esperti è sembre bene non fermarsi alla prima vetrina ma confrontare prodotti e soprattutto prezzi diffidando da quei negozi che tappezzando la vetrina di manifesti con le percentuali di sconto impediscono di vedere all'interno. E se effettuiamo acquisti online è bene rivolgersi solo a siti internet conosciuti e affidabili prestando attenzione alle condizioni di pagamento, modalità di spedizione, costi di spedizione e modalità relative ai resi. Diffidate se frequentate i social da 'maxi sconti' o super offerte che vengono presentate da alcuni post. E' bene non lasciarsi ammaliare dal prezzo e verificare tramite le recensioni di altri utenti la veridicità del prodotto e l'affidabilità del venditore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Eventuali problemi e disservizi devono essere denunciati alla polizia locale, agli uffici comunali per il commercio o presso le associazioni che tutelano i consumatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

  • "Ho vinto il Coronavirus: resistete e non sottovalutatelo". La storia di Dario, aretino 38enne curato ad Abu Dhabi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento