Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ghinelli pronto per il bis: "Con i partiti c'è stato il chiarimento, ora auspico una sola lista civica"

A determinare questi lunghi tempi di attesa prima che i tre partiti politici dessero il via libera sono state anche le inchieste Coingas e Multiservizi

 

"Alea iacta est". Questo il messaggio che Alessandro Ghinelli ha spedito a chi stava aspettando una risposta sulla sua possibile ricandidatura a sindaco. "Il dato è tratto, adesso c'è da cominciare a correre" ha detto Ghinelli. I partiti del centro destra, dopo il confronto definitivo che si è tenuto ieri nella capitale con il primo cittadino, hanno dato il via libera. Alessandro Ghinelli è il loro candidato a sindaco. Il primo cittadino tenterà così di conquistare il secondo mandato, anche se ci sono alcuni nodi da sciogliere, primo fra tutti, quello della composizione della coalizione, dove sicuramente ci saranno le espressioni politiche di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, ma ancora non è chiaro il ruolo delle liste civiche.

"E' stata una discussione relativamente semplice, ci siamo chiariti su punti che erano rimasti in sospeso sui quali ci poteva essere un'alea di fraintendimento, tutto bene, tutti convintamente a correre questa corsa."

La decisione è stata presa dopo lunghi tempi di attesa, dopo tira e molla tra le diverse posizioni e alla fine è stato determinante il sì della Lega. A scombinare le carte negli ultimi mesi ci avevano pensato le inchieste Coingas e Multiservizi che avevano fatto sorgere dubbi sull'opportunità di ricandidare Ghinelli sfiorato dalle indagini, registrato da Staderini, finito nelle carte dell'inchiesta del Pm Claudiani.

"Quello delle inchieste è stato un momento di passaggio, non superato, perché sono ancora in corso ma ridimensionato in quelli che potrebbero essere gli effetti politici, ci sono stati dei chiarimenti, sicuramente dal punto di vista politico che riguardano programmi, inziative, scelte amministrative, è stato tutto chiarito, non c'è stato ostracismo da parte di nessuno, solo aspetti da chiarire".

Adesso resta da capire se ci sarà una sola lista civica quella di OraGhinelli versione 2.0, oppure se il vicensindaco Gamurrini porterà avanti comunque quella lanciata alcune domeniche fa, quando pensava fosse quella la lista che avrebbe fatto da traino al sindaco.

"Dobbiamo costruire il  soggetto politico coalizione, sicuramente ci saranno dentro i tre partiti del centro destra, sicuramente ci sarà la lista del sindaco, che spero sia l'unica, magari ce ne saranno anche altre, l'importante è che si remi tutti nella stessa direzione. Con il vicesindaco non ci siamo ancora parlati dopo ieri."

E infatti è in queste ore che si tiene il colloquio riservato tra Ghinelli e Gamurrini per chiarire gli aspetti delle liste civiche. Questa sera  coloro che ruotano intorno al vicesindaco si ritroveranno per fare il punto e prendere una decisione. Potrebbe scaturire la volontà di confluire di nuovo in un'unica lista quella di OraGhinelli, oppure, più probabilmente, quella di costruire una seconda civica legata a Gamurrini per misurarsi direttamente con l'elettorato. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento