Torna l’Università dell’Età Libera di Pratovecchio Stia: dal 15 ottobre il via ai corsi

L’Uniel di Pratovecchio Stia, che è stata la prima succursale in Casentino della sede centrale di Arezzo, è una realtà ben inserita nelle dinamiche culturali del territori

Martedì 15 ottobre alle ore 16 presso le Officine Capodarno inizierà il dodicesimo anno accademico dell’Università dell’Età Libera “Enzo Ficai” della sezione di Pratovecchio Stia.

Porteranno i saluti ai partecipanti il presidente della sede centrale di Arezzo Piero Redi, l’amministrazione comunale che ha sempre sostenuto fin dal suo inizio questo progetto e Sonia Amadori fiduciaria della sezione distaccata.

Ad inaugurare il nuovo percorso sarà la prolusione del professor Paolo de Simonis sul tema “Il mio canto libero: improvvisando in ottave tra diversità di classi e di luoghi”.

Arricchirà l’argomento la presenza dei poeti dell’ottava rima: Marco Betti e Lorenzo Michelini. Le lezioni proseguiranno presso la sala del Cenacolo in piazza Landino a Pratovecchio ogni martedì dalle 16 alle 18 fino al 28 aprile 2020.

Ventisei appuntamenti accademici in cui si parlerà di letteratura, arte, storia, musica e teatro. I docenti spazieranno dalla Roma antica al Rinascimento, dal 700 fino alla nascita della Repubblica. Non mancherà l’approfondimento delle vite e delle opere di personaggi illustri come Raffaello, Magritte, Rossini e il conterraneo Bernardo Tanucci. Inoltre il programma regalerà cinque appuntamenti di cineforum a cura dell’associazione Cinespazio del Casentino.

“Nell’incontro inaugurale aperto a tutti - specificano dalla segreteria - ci sarà la possibilità di avere informazioni sulle modalità di iscrizione e sulla nostra proposta culturale. Il programma dettagliato è già in distribuzione in forma cartacea ma lo si può trovare in versione online sulla nostra pagina Facebook”.

L’Uniel di Pratovecchio Stia, che è stata la prima succursale in Casentino della sede centrale di Arezzo, è una realtà ben inserita nelle dinamiche culturali del territori. Collabora con progetti come Naturalmentepianoforte e Stand up for Africa, con l’obiettivo di essere una parte importante nel confronto e nella crescita  di un coinvolgimento generazionale nella comunità che non deve mai interrompersi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Istituto Vegni, boom di iscritti. Due nuove classi prime e i complimenti di Chiassai

  • Iscrizioni scuole superiori 2020/2021: i licei in testa alle preferenze degli studenti

  • In arrivo un nuovo incentivo per chi assume giovani

  • Ultimi giorni per potersi iscrivere al corso per amministratore di reti informatiche

  • Boom di iscrizione nei licei. Chiassai: "Congratulazioni ai dirigenti"

  • Capitale della Cultura 2021. Scuole chiamate a raccolta, Curtolo: "Chiederemo il loro contributo"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento