Suona virtualmente l’ultima campanella per gli alunni dell’Istituto Martiri di Civitella

Lo stadio comunale ha ospitato l'ultimo giorno di scuola

Suona virtualmente l’ultima campanella per gli alunni dell’Istituto comprensivo Martiri di Civitella. “Si è chiuso un anno scolastico molto complesso e faticoso, un particolare ringraziamento va ai ragazzi, ai docenti e alle famiglie che improvvisamente, in questo periodo di emergenza Covid si sono dovuti adattare ad una nuova didattica, la cosiddetta didattica a distanza”, dichiara il Sindaco Ginetta Menchetti, “Una novità che ha comportato un impegno straordinario per tutti, per insegnanti e ragazzi che hanno dovuto interagire con piattaforme e una virtualità forse fino ad oggi mai così approfondita, talvolta con connessioni non troppo efficienti, genitori che, soprattutto per i più piccoli, sono dovuti essere dei veri tutor sia da un punto di vista tecnologico che didattico”.

Su richiesta dell’Istituto Martiri di Civitella, che si è fatto portavoce dei genitori, è stato organizzato il 10 giugno un saluto, ovviamente nel rispetto di tutte le misure di prevenzione previste, con i bambini della quinta classe della Primaria di Ciggiano al campo sportivo di Ciggiano, dove oltre ai ringraziamenti del Dirigente Scolastico Iasmina Santini, del Sindaco Ginetta Menchetti e dell’Assessore all’Istruzione Elio Randellini, le insegnanti hanno consegnato una pergamena con un  pensiero di ringraziamento a tutti i ragazzi per questi cinque anni trascorsi  insieme e con l’augurio di buon cammino per il nuovo ciclo di studi che intraprenderanno a settembre.

A seguire, alle ore 18.30 di venerdì 12 giugno, c’è stato il saluto dei bambini di 5 anni dell’Infanzia Lo Scoiattolo allo Stadio comunale, e, sempre allo Stadio comunale, sabato mattina alle 11.00 e 11.30 delle due quinte della Primaria Arcobaleno. Per concludere giovedì 18 giugno, alle 17.30, sarà la volta dell’infanzia “La Coccinella”, nel giardino della Scuola Coccinella; chiude la  sezione E dell’infanzia Lo Scoiattolo alle 18.00 nel resede della scuola Arcobaleno.

“Un momento breve ma emozionante, in cui i ragazzi anche se distanziati e con mascherina dopo tre mesi hanno potuto e potranno scambiarsi uno sguardo e salutarsi senza l’intercessione di un video”, aggiunge il Sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ di una Scuola in presenza che abbiamo bisogno a settembre, fatta di relazioni e accoglienza, che permetta ai genitori di andare al lavoro sereni e sapendo che i loro figli sono nel luogo dell’apprendimento e della crescita, in compagnia di insegnanti ed educatori, per crescere insieme”, conclude il Dirigente Scolastico Iasmina Santini, aggiungendo che i tavoli di confronto con l’amministrazione comunale, Sindaco e Assessori per esaminare le ipotesi di riapertura, in attesa delle decisioni del  governo, sono già in azione per riaprire al meglio in sicurezza, anche se necessitano ovviamente quanto prima delle linee guida del Governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maturità: un successo i risultati degli studenti del liceo "Vittoria Colonna"

  • Scuole comunali aperte a luglio

  • La sede di Arezzo dell'Università di Siena si prepara al nuovo anno accademico

  • Allarme scuola. Un convegno targato Civitas Etruria

  • Stile di vita: l’esperienza del liceo Colonna con il progetto “Dale vida a los años”

  • Studiare in Toscana è sicuro. Oltre 6,5 milioni di misure Covid per studenti e borsisti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento