Chitarra intorno al fuoco e sacco a pelo. Studenti a scuola di notte e poi merenda a cm zero

Protagonisti i bambini della scuola elementare di Giovi

Mercoledì attina a Giovi, per il terzo anno consecutivo, i bambini della scuola primaria “Pier Tommaso Caporali” hanno fatto merenda con i prodotti del loro orto.

“Vedere bambini mangiare insalata, carote, piselli freschi e baccelli da sgranare al momento - raccontano gli insegnanti - ci offre un riscontro diretto di quanto sia importante ed efficace questo progetto per l’educazione alimentare e per l’attenzione ai prodotti del nostro territorio”.

Ogni anno la scuola di Giovi produce un piccolo raccolto nella stagione autunnale e in primavera e, due volte all’anno, viene organizzata una merenda “a centimetro zero” in cui vengono consumati questi prodotti.

“Il progetto - proseguono gli insegnanti -nasce anche grazie alla collaborazione con Luca Fagioli e Giovanna dell’ufficio mensa del Comune di Arezzo, ma anche dalla sensibilità di Anna Drago della Elior, di Michele Pernice, che ha preparato i prodotti e di Beatrice Gnerucci, nutrizionista”.

La scuola di Giovi in queste ultime settimane di scuola, oltre alla merenda dell’orto, ha organizzato, con le classi quinte la notte a scuola, un’occasione di grande impatto educativo ed emotivo che ha visto i ragazzi trascorrete una notte in sacco a pelo in palestra dopo aver suonato e raccontato storie intorno al fuoco e osservato i pianeti con il telescopio.

“Una scuola che sa essere comunità e che - come dicono gli insegnanti -rappresenta un presidio importantissimo per tutte le frazioni del nostro territorio che, grazie alla presenza di piccoli plessi come il nostro riescono costruire senso di comunità e di relazione”.merenda-orto-giovi

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’istituto Aliotti di Arezzo vola all’estero con il progetto Erasmus+

  • Lauree migliori per trovare lavoro

  • I nuovi istruttori di nuoto si formano in terra d’Arezzo

  • Didacta 2019, premiate le classi campioni di creatività. Studenti aretini protagonisti

  • Stop alle sigarette, è ancora possibile iscriversi al prossimo corso

  • Al Pionta 30 sanitari vengono formati per operare in contesti multiculturali

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento