Scuola Sante Tani: due nuove sezioni per i piccoli alunni della materna

Gli ambienti hanno una superficie di 48 metri quadrati ciascuno, con in più uno spazio per gioco e attività motorie di 43 metri quadrati e uno ulteriore di 52 destinato a spogliatoio e servizi igienici

L’amministrazione comunale ha concluso il progetto di ristrutturazione di una parte della scuola Sante Tani: due le nuove sezioni di scuola materna sufficienti ad accogliere 40 bambini e in grado di garantire continuità didattica con le elementari ospitate nello stesso edificio.

“Un intervento per venire incontro alle esigenze di una zona densamente popolata – ha sottolineato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – e all’insegna della qualità edilizia e del decoro. I lavori hanno richiesto un tempo più prolungato del previsto ma visto il risultato ne è valsa la pena. Non è il primo progetto realizzato nella scuola negli ultimi anni: i precedenti hanno riguardato gli impianti elettrico e termico, in vista dell’ottimizzazione dei consumi e dell’efficienza energetica”.

Gli ambienti hanno una superficie di 48 metri quadrati ciascuno, con in più uno spazio per gioco e attività motorie di 43 metri quadrati e uno ulteriore di 52 destinato a spogliatoio e servizi igienici.

Le superfici sono state ricavate da spazi precedentemente destinati a ripostiglio, aula di ceramica, uffici scolatici amministrativi, questi ultimi da tempo trasferiti presso l’istituto IV Novembre.

Cambiati tutti gli infissi esterni, prima in legno e vetro, ora in alluminio, doppio vetro e termo-isolanti.

Nel rispetto della normativa per l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’accessibilità è garantita da percorsi interni ed esterni e da una struttura che consente di superare il dislivello tra il piano esterno e il piano rialzato.

Esternamente, sono stati sostituiti il cancello di accesso al resede e la pavimentazione di quest’ultimo. Lo spazio riservato ai piccoli alunni della scuola dell’infanzia è stato recintato per separarli dai più grandi della primaria e sono stati istallati alcuni giochi adatti alla loro età. L’investimento è stato pari a circa 180.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sospese gite scolastiche e uscite d'istruzione

  • Tre assunzioni alla Camera di Commercio

  • Rinviato il concorso di Medicina

  • In arrivo un nuovo incentivo per chi assume giovani

  • I ragazzi diversamente abili ciceroni alla mostra della fauna selvatica

  • Bonus nido 2020: come richiederlo e gli importi previsti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento