Dalla scuola di Giovi a Vicenza, maestro Cristiano diventa preside

Ad Arezzo è conosciuto per vari motivi, oltre ad essere stato un consigliere comunale, è un musicista dei Kabila e come maestro si è distinto per progetti originali nella scuola elementare di Giovi che ha appena dovuto salutare

Cristiano Rossi

Da maestro di scuola elementare di periferia a preside nella provincia di Varese. La storia è del 45enne Cristiano Rossi, maestro in forza fino a qualche mese fa nella scuola primaria di Giovi e che adesso con le nuove assegnazioni si ritrova preside dell'istituto comprensivo "Rezzare di Carrè" a Vicenza.

Maestro Cristiano, ex consigliere comunale ad Arezzo, musicista dei Kabila, si è fatto conoscere ad Arezzo anche per progetti di avanguardia portati avanti con le colleghe e le famiglie della scuola di Giovi, dalla merenda con le verdure dell'orto scolastico, alla notte a scuola con la classe quinta, ma anche con le sue visioni ben precise in merito ai temi della scuola, dalle privatizzazioni, alle chiusure di scuole materne, fino alle mense scolastiche.

Un saluto accorato e l'avvio della nuova avventura lavorativa arrivano tramite un post su Facebook, con il quale Cristiano Rossi racconta, la decisione silenziosa di fare il concorso per dirigente scolastico, che ha poi vinto. La destinazione è stata quella di Vicenza, dove è già stato accolto con grande affetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella vita molte cose accadono per caso: gli incontri, gli amori, le gioie, i dolori. 
Le cose avvengono per caso, anche se, probabilmente, senza esserne consapevoli, siamo noi a favorirle.
Venti anni fa mi sono trovato, per caso, ad accettare un lavoro come insegnante di scuola elementare.
Sempre per caso, qualche anno prima, avevo fatto un concorso per diventare insegnante.
Sempre per caso, ancora prima, avevo preso il secondo diploma di maturità magistrale.
Eppure, dietro ogni evento ci sono state delle persone che mi hanno accompagnato nelle scelte: Rosy, Cosimo, i miei genitori, persino mio nonno Mimmo.
Oggi mi trovo, a 45 anni, a cambiare lavoro, o meglio, a cambiare il modo di fare il mio lavoro. 
Sono stato maestro elementare per 20 anni, un lavoro che ho sentito come una vocazione e che mi ha permesso di realizzare tanti sogni e idee, di vivere esperienze straordinarie. 
Nella scuola elementare di Viciomaggio e poi di Giovi ho incontrato centinaia, forse migliaia di persone con cui ho condiviso il percorso educativo più importante nella vita di tante bambine e bambini e delle loro famiglie.
La scuola non si fa e non si impara a farla da soli: io ho avuto la fortuna di percorrerla insieme alla maestra Daniela, scomparsa troppo presto, ed a tante colleghe e colleghi con cui ho condiviso il mio modo di vivere la scuola.
Ho fatto, per la seconda volta, il concorso per diventare dirigente scolastico: l’ho fatto in sordina, un po’ per scaramanzia, un po’ perché mi sentivo, paradossalmente, di tradire la fiducia che i bambini e le loro famiglie avevamo riposto in me.
È successo che ho vinto il concorso e sono diventato preside dell’istituto comprensivo “Rezzare” di Carrè, a Vicenza, che mi ha accolto con un entusiasmo che mi ha commosso.
Ecco, dire che tutto questo sia avvenuto per caso sarebbe prendermi in giro: ho studiato, con tenacia e con il sostegno della mia famiglia, in particolare di Rosy, che mi ha spronato e rialzato nei tanti momenti di dubbio e sconforto.
Mi piace l’idea di poter moltiplicare per 100 il mio modo di vivere una scuola felice, in cui bambini, ragazzi, insegnanti e famiglie possano condividere un pezzo importante delle loro esistenze.
So cosa lascio alle spalle, una scuola-famiglia che mi ha fatto crescere. Ecco, forse è proprio così: sono diventato grande anche io. 
Felice scuola a tutti!
Preside Maestro Cristiano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maturità: un successo i risultati degli studenti del liceo "Vittoria Colonna"

  • Scuole comunali aperte a luglio

  • Studiare in Toscana è sicuro. Oltre 6,5 milioni di misure Covid per studenti e borsisti

  • Allarme scuola. Un convegno targato Civitas Etruria

  • Stile di vita: l’esperienza del liceo Colonna con il progetto “Dale vida a los años”

  • Leggere ad alta voce al nido ogni giorno sviluppa il linguaggio

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento