Allarme scuola. Un convegno targato Civitas Etruria

L'appuntamento è per il prossimo 3 luglio alle 21 presso l'hotel Minerva di via Fiorentina

“Allarme scuola” è il titolo del convegno che l'associazione Civitas Etruria Arezzo ha organizzato presso l‘hotel Minerva per il 3 luglio prossimo alle ore 21. Saranno presenti i presidi delle principali scuole aretine e le amministrazioni comunali e provinciali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In questi giorni - sottolineano gli organizzatori - il mondo della scuola si interroga su ciò che ha rappresentato l’esperienza della pandemia, sulle prospettive che essa ha generato nella società nel suo complesso. L'emergenza sanitaria Covid-19 ha comportato la chiusura di tutte le scuole italiane decisa con dpcm del 4 marzo 2020. Nello stesso documento veniva riportato come i dirigenti scolastici si sarebbero dovuti attivare, per tutta la durata della sospensione delle attività didattiche con sistemi di insegnamento a distanza; criterio che si è poi protratto fino al termine di chiusura dell’anno scolastico. In attesa di conoscere quali saranno le condizioni necessarie per la riapertura in sicurezza dell’anno scolastico a settembre, ad oggi sappiamo che i principali parametri a cui ogni scuola è tenuta ad uniformarsi in maniera autonoma, riguardano principalmente il numero di alunni per classe, aule con spazi alternativi, numero di insegnati in classe, e orari di lezione in modo da garantire il necessario distanziamento all’interno della struttura. Come associazione civica teniamo a ribadire che l’educazione dei nostri ragazzi è il bene più prezioso e dunque il futuro della scuola è una questione di primaria i importanza, considerato che alle future generazioni deve essere garantito il diritto ad avere una formazione di qualità.  Riteniamo che un tema così imminente ed attuale meriti un confronto serio e approfondito tra gli operatori scolastici e le istituzioni, ed è occasione per i cittadini di capire come le scuole intendono affrontare la ripartenza del nuovo anno scolastico". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maturità: un successo i risultati degli studenti del liceo "Vittoria Colonna"

  • Scuole comunali aperte a luglio

  • Studiare in Toscana è sicuro. Oltre 6,5 milioni di misure Covid per studenti e borsisti

  • Allarme scuola. Un convegno targato Civitas Etruria

  • Stile di vita: l’esperienza del liceo Colonna con il progetto “Dale vida a los años”

  • Leggere ad alta voce al nido ogni giorno sviluppa il linguaggio

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento