Sport femminili, esonero dei contributi per le società che stipulano contratti di lavoro

Le società sportive che stipulano con le atlete contratti di lavoro sportivo avranno un esonero del 100% dei contributi previdenziali e assistenziali

La legge di Bilancio 2020 al fine di sostenere lo sviluppo del professionismo sportivo femminile, riconosce alle società sportive che stipulano con le atlete contratti di lavoro sportivo, per gli anni 2020, 2021 e 2022, l'esonero del 100% dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l’assicurazione obbligatoria infortunistica, entro il limite massimo di 8.000 euro su base annua. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'articolo 2 della legge n. 81/1981 definisce sportivi professionisti gli atleti, gli allenatori, i direttori tecnico-sportivi e i preparatori atletici che esercitano l'attività sportiva a titolo oneroso con carattere di continuità nell'ambito delle discipline regolamentate dal Coni e che conseguono la qualificazione dalle federazioni sportive nazionali. Pertanto, sia per lo sport maschile, sia per quello femminile, permane la necessità di un riconoscimento a monte, da parte della federazione di appartenenza, di un settore di attività sportiva professionistica, fermi restando gli altri presupposti di onerosità e continuità dell'attività sportiva

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Lezioni online alle medie? Quasi mai fatte, per i nostri figli solo compiti". La testimonianza di tre famiglie

  • Niente corona d'alloro ma festa grande per Arianna: un'altra aretina proclamata dottoressa

  • La discussione via web e la proclamazione. "Congratulazioni dottoressa Marta"

  • Didattica a distanza tra gap e contraddizioni. Il provveditore: "Dovere civico garantire le video lezioni"

  • Laurearsi al tempo del Coronavirus. Eleonora proclamata dottoressa con la tesi su De André

  • Scuole aretine tra emergenza e digitalizzazione. "Video-lezioni? Non ci tiriamo indietro”

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento