Proxima Music vara l’orchestra giovanile: in trenta per il primo concerto

“Da New York alle piramidi”: giovani musicisti suoneranno insieme venerdì 7 giugno a Spazio Seme

Trenta musicisti uniscono gli strumenti nel primo concerto della neonata Orchestra Stabile Giovanile di Proxima Music. La scuola cittadina ha avviato nell’ultimo anno accademico uno speciale corso di musica d’insieme rivolto a bambini e ragazzi di Arezzo che, coordinato dal maestro Francesco Marconi, ha permesso di dar vita ad una formazione capace di integrare il suono di tutti gli strumenti a corda, a fiato, a tastiera, a percussione e elettrici.

Questo percorso formativo troverà compimento alle 20.45 di venerdì 7 giugno, presso Spazio Seme, con il debutto dell’orchestra in un concerto ad ingresso libero e gratuito dal titolo “Da New York alle piramidi” che proporrà un viaggio nel tempo tra i diversi generi della musica classica e della musica moderna, tra le arie ottocentesche della “Carmen” di Bizet o i più celebri brani di Bruce Springsteen o dei Dire Straits. In totale sono trenta gli allievi dai sei anni in su che sono stati coinvolti nel progetto e che, dopo aver appreso in aula i meccanismi e la coordinazione della musica d’insieme, sono ora pronti a rompere il ghiaccio davanti ad un pubblico vero.

«Proxima Music - commenta il direttore generale Alessandro Bertolino, - ha deciso di puntare sulla musica d’insieme come possibilità di aggregazione e come ulteriore occasione di crescita artistica capace di affiancare l’apprendimento individuale ad un’esperienza collettiva. La scelta è stata di avviare il progetto dell’Orchestra Stabile Giovanile e di dar vita anche a questo nuovo percorso che, proposto in forma totalmente gratuita alla libera partecipazione di ogni musicista, ha trovato subito il coinvolgimento e la partecipazione di tanti ragazzi: “Da New York alle piramidi” rappresenterà il primo momento per apprezzare il loro impegno congiunto».

Il concerto scandirà la prima tappa dei saggi di fine anno di Proxima Music. La scuola aretina ha aggregato un totale di centoquaranta musicisti di tutte le età e di tutti gli strumenti, prevedendo un percorso didattico che ha accompagnato dalle prime note fino al perfezionamento anche grazie alla convenzione con il Conservatorio “Cherubini” di Firenze. Per permettere ad ogni allievo di esibirsi e di mostrare la propria crescita artistica sono state organizzate un totale di tre serate di saggi che, oltre a quella del 7 giugno, si terranno anche alle 18.00 di sabato 8 giugno a Spazio Seme e infine mercoledì 12 giugno nei locali della Chapkis Dance alle 18.00 e alle 21.00.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Archiviamo un anno particolarmente positivo per la nostra scuola - aggiunge Emanuele Massotti, direttore artistico di Proxima Music, - con un aumento dei numeri degli allievi e con tanti progetti collaterali che hanno arricchito la nostra proposta didattica. Le tre serate di saggi saranno l’occasione per permettere ad ogni nostro musicista di vivere le emozioni di suonare davanti ad un pubblico e di mostrare il proprio talento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Telefonate con offese e insulti omofobi dopo la partecipazione a 4 Ristoranti": il racconto di Mariano

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Schianto in moto, muore a 39 anni Thomas Lorenzetti

  • Insetti in casa: scutigera, perché conviene non ucciderla

  • Morto durante un giro in moto: l'amico Gamurrini ha tentato di salvarlo. Agnelli: "Sconvolti"

  • Spunta una "spada nella roccia" in provincia di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento