AgrieTour: il programma della 18esima edizione

Diventa maggiorenne AgrieTour, il salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale (15-16 novembre), organizzato da Arezzo Fiere e Congressi, che torna con una due giorni dedicata esclusivamente agli operatori del settore. Punto di riferimento del settore per 18 anni, il più importante a livello nazionale nell’offerta di incontri e confronto rivolti esclusivamente al mercato professionale, contribuendo allo sviluppo ed alla diffusione dell’ospitalità rurale, per festeggiare il compleanno ha scelto il salto di qualità dedicandosi esclusivamente al pubblico dei professionisti. In diciotto anni è cambiato radicalmente il settore e così di pari passo si è sviluppato l’unico grande appuntamento di riferimento del comparto che ha saputo guardare alla domanda internazionale, forte del contatto con i buyers (unico borsino dedicato al settore agrituristico) e potendo interagire con l’offerta attraverso i tanti appuntamenti di approfondimento e formazione confermandosi come grande polo di incontro e confronto del mondo della vacanza in campagna.

«Diciotto anni in cui le aziende agrituristiche sono cresciute di oltre il 130% in Italia, ma soprattutto cambiando il loro aspetto e la loro offerta turistica – commenta l’Amministratore Unico di Arezzo Fiere, Sandra Bianchi – dallo scorso anno già la fiera aveva assunto un aspetto diverso, quest’anno ancora più affinato e tendente al business e alla formazione grazie al workshop che si potenzia e ai master di formazione guidati dai principali esperti del settore dell’ospitalità».

Gli affari si fanno ad AgrieTour

Anche per il 2019 AgrieTour conferma il nuovo format e mantiene quello che è il fiore all’occhiello della manifestazione, il workshop B2B, che vedrà ancora una selezionata e cospicua presenza di buyer provenienti da tutto il mondo interessati a scoprire l’offerta nazionale. Sono previsti tour operator da Brasile, Canada, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, Italia, Norvegia, Olanda, Polonia, Regno Unito, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria, Usa. Saranno loro a confrontarsi con l’offerta delle più importanti regioni italiane in termini di agriturismo, come Toscana, Puglia, Lazio, Umbria, Marche, Campania e Basilicata, Lombardia e altre ancora. Sarà ancora il modello del “matching day” a caratterizzare l’evento che aprirà la manifestazione. 

I master e i seminari di AgrieTour

Dalla legislazione alla promozione via web, passando per le pratiche sostenibili fino ad arrivare all’agricoltura sociale. Sono solo alcuni delle decine di argomenti trattati negli anni di AgrieTour e che anche quest’anno dal 15 al 16 novembre gli operatori del settore potranno ritrovare all’interno dell’unico appuntamento italiano pensato proprio per la crescita dell’offerta. In programma quest’anno appuntamenti sulle tecniche di analisi e valutazione della customer satisfaction; ancora sui modelli di turismo esperienziale. Alcuni master affronteranno invece l’importanza della gestione dei social network, poi la ristorazione leggera e la somministrazione di prodotti tipici. Infine come sviluppare la fattoria didattica e alcuni saggi sull’educazione nutrizionale. In programma anche numerosi seminari “in pillole” con case history di successo a disposizione dei partecipanti.

Multifunzionalità, il vero valore aggiunto

AgrieTour è il momento per il confronto sulla diversificazione, quel processo che le aziende hanno sviluppato in più fasi gradualmente nel tempo attraverso una “sperimentazione sul campo”, alla ricerca di una marginalità derivante da attività non strettamente agricole. Aziende che sperimentano buone prassi (o buone pratiche) che si trasformano in esperienze che poi vivono i turisti. Tutte le imprese agricole hanno diversificato l’attività primaria e le fonti di ricavo attraverso attività connesse, come l’agriturismo in tutte le sue declinazioni (ospitalità, ristorazione, degustazioni, attività ricreative, sportive e culturali), la trasformazione dei prodotti aziendali, i servizi di didattica e sociale, le energie rinnovabili, la manutenzione del territorio, l’attività di pescaturismo.

Un settore sempre in crescita

L'agriturismo in Italia ha registrato una crescita ininterrotta negli ultimi venti anni, raggiungendo i 12,7 milioni di presenze. A sostenere la domanda, come dicono i dati dell’ultimo rapporto Ismea, sono soprattutto i turisti stranieri, tra i quali, accanto ai tradizionali Paesi di provenienza (Germania, Paesi Bassi, Francia e Stati Uniti) si evidenziano incrementi a doppia cifra di ospiti dal Brasile, Russia, Cina Croazia e Danimarca. Il fatturato del settore ha raggiunto la quota di 1,36 miliardi di euro e l'offerta consta di 23.406 aziende attive. L'agriturismo è una delle componenti principali delle attività di supporto e secondarie arrivate a rappresentare il 22,4% del valore della produzione agricola nazionale. A livello europeo il nostro Paese da solo detiene il 27,4% del valore delle attività secondarie complessivamente prodotto nella UE, mantenendo il primato.

AgrieTour, il salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale, è organizzato da Arezzo Fiere e Congressi, in collaborazione con le associazioni di categoria e con il patrocinio del Ministero Politiche Agricole Alimentari e forestali, Agenzia Nazionale del Turismo, Regione Toscana, Camera di Commercio di Arezzo-Siena, Comune di Arezzo e Provincia di Arezzo. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

  • Fiera di Santa Caterina a Monte San Savino

    • da domani
    • dal 22 al 24 novembre 2019

I più visti

  • Scivolo di ghiaccio al Christmas Village del Prato

    • dal 16 novembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Christmas Village al Prato
  • A Sansepolcro ti aspetta la mostra “LEONARDO DA VINCI: VISIONS”!

    • dal 14 marzo 2019 al 24 febbraio 2020
    • Museo Civico “Piero della Francesca” di Sansepolcro (AR)
  • Mercatini di Natale, ad Arezzo torna il villaggio tirolese

    • dal 16 novembre al 26 dicembre 2019
    • Villaggio Tirolese
  • Villaggio Lego, arriva Christmas Brick Art al Prato

    • dal 16 novembre al 26 dicembre 2019
    • Il Prato
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento