Romena, percorso di incontri "Mio fratello che guardi il mondo"

  • Dove
    Pieve di Romena
    Indirizzo non disponibile
    Stia
  • Quando
    Dal 01/06/2019 al 02/06/2019
    Dalle ore 14,30
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Si intitola “Mio fratello che guardi il mondo”, come la famosa canzone di Ivano Fossati, il percorso di incontri in programma a Romena sabato 1 e domenica 2 giugno (scarica brochure). 
L’idea è di affrontare il tema del rapporto con l’altro, quindi dell’accoglienza, della diversità, di come ci poniamo di fronte a ciascun altro essere umano. Gli incontri si svilupperanno dal pomeriggio di sabato 1 (inizio ore 14.30) fino al pomeriggio di domenica 2. 
Saranno presenti l’ex sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini, il giornalista Domenico Quirico (autore di numerosi reportage sulle migrazioni e a suo tempo sequestrato per cinque mesi in Siria), Agnese Moro, figlia dello statista ucciso dalle Brigate Rosse, Vidur Bharatram, pronipote del Mahatma Gandhi e animatore di tante iniziative per la pace,  Nicoletta Ferrara,protagonista con la sua famiglia di una singolare esperienza di accoglienza  a 6 giovani migranti africani nella sua casa di Treviso. 
Ospiteremo anche lo spettacolo di Guido Marangoni “Siamo fatti di-versi perché siamo poesia” in cui la sua esperienza autobiografica, l'arrivo di una figlia con sindrome di down, diventerà occasione per riflettere sul valore della diversità, in un modo leggero e allo stesso tempo profondo.
Si incastonerà in questo percorso come dono speciale anche l’incontro “Tu chiamale, se vuoi emozioni” (in programma sabato 1 alle 17.30) nel quale Simone Cristicchi incontrerà Mogol e canterà alcuni dei capolavori del celebre paroliere. L’incontro era in programma un anno fa, ma fu rinviato per un’indisposizione di Mogol: questa volta i due artisti potranno invece incontrarsi sul palco dell’auditorium. 

Il programma

Sarà la testimonianza di Nicoletta Ferrara ad aprire il cammino di incontri di "Mio fratello che guardi il mondo". Parteciperà a questo incontro (appuntamento in auditorium sabato 1 giugno alle 14.30) anche uno dei suoi figli, Francesco e Sakia, uno dei giovani africani che ha ospitato a casa sua da 3 anni. A seguire nel pomeriggio, ore 16,00,  l'intervento di Giusi Nicolini, ex sindaco di Lampedusa.
Nel cuore del pomeriggio ci sarà l’atteso momento di “Tu chiamale, se vuoi, emozioni” con Mogol e Simone Cristicchi. Nel dopocena, ore 21, lo spettacolo di Guido Marangoni  “Siamo fatti di-versi perché siamo poesia”.
Il mattino della domenica dopo le lodi in pieve con don Luigi Verdi (ore 8.30), si svilupperà con due incontri: prima (ore 9,30) con il giornalista Domenico Quirico e poi (ore 11.30) con Vidur Bharatram.
Infine nel pomeriggio di domenica, ore 15,00, le conclusioni con Agnese Moro.  

Come partecipare

L'ingresso a ognuno degli incontri è aperto ma, come avvenuto in tutti gli altri convegni, chi si è iscritto avrà una priorità nell'ingresso in auditorium. Saranno disponibili, oltre ai posti in auditorium, anche quelli di una seconda sala attigua (il portico) dove sarà installato uno schermo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • FlyMug: voci dalla città. Il mondo della cultura si dà appuntamento in radio

    • dal 11 marzo al 3 aprile 2020
    • RadioFly

I più visti

  • La regola di Piero: Mimmo Paladino dialoga con il maestro della luce

    • dal 15 giugno 2019 al 31 marzo 2020
    • Varie sedi
  • Il risveglio di un gigante e Cristiada in visione gratuita online

    • dal 13 marzo al 5 aprile 2020
  • Un Bonelli al giorno. Fumetti omaggio con la noia 

    • Gratis
    • dal 23 marzo al 5 maggio 2020
  • La Casa Museo Bruschi resta chiusa, ma apre virtualmente le sue porte

    • dal 12 marzo al 5 aprile 2020
    • Casa Museo Ivan Bruschi
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento