“Phonema”, un disco aretino chiude il Jazz On The Corner Festival

Le note aretine chiudono il Jazz On The Corner Festival. La rassegna jazzistica, giunta alla sesta edizione, terminerà con l’ultimo concerto di mercoledì 25 luglio che vedrà salire sul palco di piazza Sant’Agostino il Francesco Giustini Organ Trio...

Jazz On The Corner - Francesco Giustini (1)-2

Le note aretine chiudono il Jazz On The Corner Festival. La rassegna jazzistica, giunta alla sesta edizione, terminerà con l’ultimo concerto di mercoledì 25 luglio che vedrà salire sul palco di piazza Sant’Agostino il Francesco Giustini Organ Trio per presentare per la prima volta in città il suo più recente disco “Phonema”. L’appuntamento è ad ingresso gratuito e prenderà il via dalle 22.00, permettendo di scoprire un album che è stato pubblicato lo scorso maggio dall’importante etichetta Alfa Music e che ha già riscontrato ottime recensioni da parte della critica. Protagonista della serata sarà la band capitanata dall’aretino Francesco Giustini che, presidente dell’associazione Jazz On The Corner e organizzatore dell’omonimo festival promosso in collaborazione con il Circolo Culturale Aurora, è oggi considerato tra i migliori trombettisti emergenti del jazz italiano, con uno stile caratterizzato da un gusto musicale raffinato e incisivo.

La sua vena compositiva è stata supportata in “Phonema” dall’organo hammond di Manrico Seghi e dalla batteria di Giovanni Paolo Liguori, dando vita ad un gruppo energico e dinamico dal sound caldo e coinvolgente. Al fianco del Francesco Giustini Organ Trio saranno presenti anche due musicisti di calibro internazionale come il leader dei Funk Off Dario Cecchini (a sax baritono e flauto) e Massimo Morganti (al trombone) che hanno contributo al progetto discografico rendendolo ancor più interessante e che suoneranno anche nel corso del concerto di Arezzo, permettendo così di godere in contemporanea dei ritmi di cinque grandi artisti. Il repertorio proposto con “Phonema” sarà caratterizzato dalla continua ricerca di un equilibrio tra tradizione e sperimentazione, con pezzi intimi che si alternano a pezzi più potenti, con riletture di brani di compositori del passato e brani completamente originali, e con inedite sonorità garantite dalla presenza dell’organo hammond e della sezione dei fiati. Per il Francesco Giustini Organ Trio si tratterà di un concerto particolarmente sentito ed emozionante dal momento che, dopo aver ricevuto apprezzamenti in jazz-club in tutta la penisola e in festival nazionali, potrà esibirsi anche nella sua città godendo della duplice opportunità di chiudere questa edizione del Jazz On The Corner Festival e di far conoscere le note di “Phonema”.

«L’album - commenta Giustini, - è frutto di un progetto che ha visto la collaborazione di grandi interpreti della scena jazzistica italiana: promettiamo una serata con tante sorprese in termini di ritmi e di sonorità. Questo appuntamento permetterà di ascoltare per la prima volta dal vivo le note di “Phonema” e di assistere al gran finale di un’edizione del Jazz On The Corner Festival che è stata particolarmente variegata con la presenza di tante band toscane che hanno fatto tappa ad Arezzo e che hanno garantito un bel percorso alla scoperta di diversi stili di jazz».

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento