Passioni Festival in “formato Sanremo”: arrivano gli Zen Circus. Ospiti, gli sbandieratori

Scatta il Passioni Festival Winter: domani venerdì 22 novembre alle 21, nella location invernale tradizionale del circuito, il Circolo Artistico di Arezzo in Corso Italia 108, arrivano gli Zen Circus, rock band italiana composta da Andrea Appino, voce e chitarra, Karim Qqru, batteria, Massimiliano "Ufo" Schiavelli, basso, e Francesco Pellegrini, chitarra. Una serata ricchissima di sorprese.

Il Passioni Festival - ideato da Marco Meacci e organizzato assieme al giornalista Mattia Cialini – è nato nell'estate del 2013 e negli anni ha aggiunto anche date invernali. L'edizione 2019 del Passioni Winter è la quarta consecutiva.

L'evento d'esordio è realizzato in collaborazione con La Feltrinelli Point di Arezzo, con Radio Fly e sarà trasmesso in diretta Facebook sulla fanpage dell'Arezzo Passioni Festival, a cura di Atlantide Adv. La serata sarà moderata dalla giornalista Fedora D'Anzeo. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

All'appuntamento prenderanno parte come ospiti alcuni membri degli Sbandieratori di Arezzo, con i quali la band si è esibita nel corso dell'ultimo festival di Sanremo condotto da Claudio Baglioni. Nell'occasione, gli Zen Circus avevano presentato il brano “L'amore è una dittatura”, il cui video ufficiale è stato girato all'interno del teatro Petrarca di Arezzo.

Durante l'evento del Passioni Festival Winter, il gruppo presenta il libro “Andate tutti affanculo”, romanzo scritto dai membri della band assieme a Marco Amerighi. Un racconto “anti-biografico” in cui i musicisti diventano personaggi di una storia che potrebbe essere raccontata in una delle loro canzoni. La narrazione fonde episodi tratti dalla realtà e dalla finzione. Ci sono frammenti di vita da “rocker” vissuta: gavetta, concerti, album, tour. E la vita fuori dal palco: dalla scuola, agli amori, passando per amicizie e abbandoni. C'è l'Italia a cavallo tra i '90 e i primi 2000, c'è il G8 di Genova e c'è l'11 settembre.

“Andate tutti affanculo” è anche il titolo dell'album della svolta del gruppo, arrivata nel settembre 2009, dieci anni fa, quando la band abbandonò l'inglese per cantare in italiano. L'ultimo lavoro, del 2018, si intitola invece “Il fuoco in una stanza”, ed è seguito dall'etichetta discografica indipendente aretina Woodworm Label, fondata nel 2011 da Marco Gallorini e Andrea Marmorini.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • “La Regina Imperatrice”: il libro di Antonio Caprarica

    • Gratis
    • 1 febbraio 2020
    • La Feltrinelli Point
  • Laboratorio di foto, arte, terapia lo sguardo interiore

    • dal 13 gennaio al 26 marzo 2020
    • Centro Arezzo Factory
  • Un nome: tutto pronto per la presentazione del libro di Paolo Ciampi

    • solo oggi
    • 29 gennaio 2020
    • Sala del Giglio

I più visti

  • A Sansepolcro ti aspetta la mostra “LEONARDO DA VINCI: VISIONS”!

    • dal 14 marzo 2019 al 24 febbraio 2020
    • Museo Civico “Piero della Francesca” di Sansepolcro (AR)
  • "China Legends", 34 guerrieri in terracotta in mostra al Valdichiana Outlet Village

    • dal 29 novembre 2019 al 3 maggio 2020
    • Valdichiana Outlet Village
  • La regola di Piero: Mimmo Paladino dialoga con il maestro della luce

    • dal 15 giugno 2019 al 31 marzo 2020
    • Varie sedi
  • Lupi nella neve in Casentino nel cuore della Toscana

    • dal 1 al 2 febbraio 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ArezzoNotizie è in caricamento