Mai in silenzio, stampato il cd. Tutti i protagonisti a Palazzo Strozzi Sacrati, il liceo musicale c'è

Prima c'è stato il progetto "Toscana 100 Band", con cui la Regione ha voluto aiutare gli artisti emergenti. Poi l'anno successivo - un mese fa, a dicembre del 2017 -, è stata la volta di "Mai in silenzio", musica in questo caso contro la violenza...

protesta_musicale7

Prima c'è stato il progetto "Toscana 100 Band", con cui la Regione ha voluto aiutare gli artisti emergenti. Poi l'anno successivo - un mese fa, a dicembre del 2017 -, è stata la volta di "Mai in silenzio", musica in questo caso contro la violenza di genere composta dagli studenti delle scuole. I giovani sono il comun denominatore. E ora di "Mai in silenzio", progetto la cui realizzazione è stata realizzata dall'emittente radiofonica fiorentina Controradio, è pronto anche il cd, che la vice presidente ed assessore alla cultura della Toscana consegnerà ai ragazzi nel corso di un incontro che vuole essere l'occasione anche per un confronto sul p rogetto nel suo insieme, parte di una più ampia sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne.

L'appuntamento è mercoledì 31 gennaio alle ore 16 nella sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della Regione, in piazza del Duomo 10. Assieme ai ragazzi e agli insegnanti ci saranno due dei tre tutor, i musicisti Francesco Guasti e Tommaso Novi, che hanno seguito gli studenti nella stesura e interpretazione dei pezzi, prima in classe e poi in sala di registrazione. Sarà presente anche il direttore di Controradio, Marco Imponente, e la giornalista Chiara Brilli, che, autrice di un libro in cui le donne che hanno subito violenza si raccontano, ha incontrato i ragazzi prima che si mettessero a scrivere. E da quei racconti tutto è partito.

Dietro la violenza sulle donne c'è un problema anzitutto culturale, aveva sottolineato la vice presidente durante la presentazione delle canzoni a dicembre nel corso del meeting annuale sui diritti umani: un'anteprima davanti ad ottomila ragazzi. Prima della violenza ci sono infatti quotidiani comportamenti sessisti e forme di disprezzo o di omofobia, di cui spesso non vengono neppure percepite la gravità e pericolosità. Per questo è importante parlarne, fin dalla scuola. E una canzone può rompere il silenzio.

Le canzoni del cd, che può essere scaricato gratuitamente on line, sono sei. C'è "Rompi il silenzio" appunto, ideata e interpretata dagli studenti del Liceo Musicale Passaglia di Lucca con Francesco Guasti, registrata presso DAV Studio di Lucca. C'è "Lunedì", dal Liceo Musicale Niccolini Palli di Livorno con Tommaso Novi, incisa presso 360 Music Factory diLivorno. E poi "Eco", dal Liceo Musicale Petrarca di Arezzo con Diana Winter, presso Rooftop Studio - Arezzo; "La metà di niente", dal Liceo Musicale Forteguerri di Pistoia con Francesco Guasti, presso Elephant Studio, Pistoia; "Mi rialzerò", dal Liceo Musicale Carducci di Pisa con Tommaso Novi, presso 2eMMe Studio - Pisa, e "Un fatto giornaliero", dalla III L del Liceo Linguistico Marco Polo di Firenze con Diana Winter, registrata pre sso MusiKalmente - Firenze. La grafica dell'album è di Lara Pratesi, l'immagine di copertina di Alessandro Baronciani.

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento