Robert Black presenta “Arezzo e Firenze nel Quattrocento: politica e cultura”

La vasta attività editoriale svolta dalla Società storica aretina si arricchisce di un nuovo titolo. Giunge infatti in libreria il volume di Robert Black “Arezzo e Firenze nel Quattrocento: politica e cultura”, edito nella collana “Studi di storia aretina”, per la traduzione di Giacomo Fani, la revisione generale di Silvia Tavanti e la supervisione di Luca Berti.

Il libro raccoglie sei saggi pubblicati in lingua inglese fra il 1986 e il 2006, che hanno per argomento i rapporti politici e culturali tra Firenze e Arezzo, dalla fine del Trecento all'inizio del Cinquecento. Il primo saggio riguarda Benedetto Accolti (1415-1464), aretino di nascita, che fu primo cancelliere di Firenze negli ultimi sei anni della vita. Il secondo discute l'interpretazione fatta da Carlo Ginzburg del ciclo di affreschi raffigurante la leggenda della Vera Croce, capolavoro di Piero della Francesca nella chiesa di S. Francesco ad Arezzo. Gli altri quattro saggi hanno per argomento i complessi rapporti politici tra Arezzo, Firenze e la famiglia dei Medici nel Quattrocento.

Attraverso un uso attento ed originale della documentazione d’archivio, l’autore mette in evidenza il continuo evolversi dei rapporti fra città dominante e città soggetta, superando il vecchio schema storiografico di una uniforme e generalizzata decadenza di Arezzo dopo la sottomissione a Firenze del 1384.

Robert Black è professore emerito di Storia rinascimentale all'Università di Leeds in Inghilterra, dove vive. Allievo di Nicolai Rubistein, grazie a frequenti soggiorni in Italia, ha fra l’altro approfondito lo studio della situazione politico-culturale del territorio toscano e l’interazione tra politica e cultura alla fine del medio evo. Fra i suoi testi vanno ricordati le ampie monografie su Benedetto Accolti e sull’istruzione nell’Arezzo tardo-medievale. Oltre che della Società storica aretina, Black è socio onorario della Deputazione di storia patria per la Toscana e dell’Accademia Petrarca.

Il nuovo volume della Società storica consta di 168 pagine, include dieci appendici documentarie, venticinque tavole figurative fuori testo, quasi tutte a colori, e un indice dei nomi di personaggi storici e di autori di fonti. Prezzo di copertina 16 euro.

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Smartphone, occhio al virus FinSpy che spia i nostri cellulari

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento