Terza serata di prove. Vola la Colombina, Porta del Foro scoppiettante. Magico Vedovini e incertezza per Colcitrone

Si avvicina la Prova Generale e dietro l'angolo c'è la Giostra di sabato. Lance sul cinque sempre più spesso

Terza serata di prove in piazza Grande. Finora titolari e riserve hanno affinato il tiro, da adesso in poi si entra in clima Giostra. Bene Porta Santo Spirito, benissimo Sant'Andrea, Porta del Foro anche se leggermente sottotono, ha dato spettacolo (anche in tribuna), meno brillanti i cavalieri di Porta Crucifera. 

Ecco cosa è accaduto in questa lunga notte di assalti al buratto. 

Porta Santo Spirito (ore 20,30)

Sulla lizza per perfezionare ogni dettaglio. Traiettorie, velocità, mira:per i cavalieri di porta santo spirito le prove in piazza sono una specie di cartina tornasole. E così Cicerchia rompe il ghiaccio per primo. In sella a Olimpia sfreccia verso il buratto e marca prima un 4 e poi un 5 da paura. Quindi prova Denny e anche con lui si mostra implacabile: ancora un  5 e un 4. Scortecci lavora sulle traiettorie insieme al suo Doc. Cerca il 4 e per tre volte trova l'incrocio con il 4. Poi si dedica al cavallo e percorre la lizza avanti e indietro per calibrare al millimetro le carriere.  Che il quartiere c'è lo dimostrano anche le riserve. Elia Pineschi su Alex ha marcato un 4 e uno splendido 5. Un 4 e un 5 anche per Elia Taverni su Febbraio e un 5, un 4 e un altro 5 per Niccolò Pineschi mettono il sigillo finale alla prova-spettacolo della Colombina.

Porta del Foro (21,15)

La Chimera ci crede e ci credono anche i quartieristi. I giallocremisi infatti scivolano lungo la lizza mentre le tribune si riempiono dei loro colori. I supporter - alcune decine entrati in piazza con bandiere, maglietta d'ordinanza e foulard - hanno riempito un'ala della tribuna A. Quella a ridosso della lizza: da lì le voci, i cori, le incitazioni arrivano forti e chiare ai cavalieri. Innocenti e Parsi intanto trascorrono i primi 10 minuti simulando carriere. Con loro le riserve.

Dopo le prime tiepide carriere, entra nel vivo la prova. Innocenti vola sulla lizza e strappa applausi, un 5 netto per lui, poi un 4 e ancora un tiro prossimissimo al 5.  Applausi anche per Parsi e per il suo 4 dal profumo di pomodoro, poi una carriera da manuale e un 5 nettissimo. Quindi cambia cavallo e chiude con un altro colpo da maestro, che mostra come il 5 sia a portata di lancia. Bene anche le riserve, con numerosi 4 e un 5.

E poi lo show del popolo di Porta del Foro: cori, striscioni e fumogeni gialli. "Dai ragazzi noi ci crediamo", cantano. 

Porta Sant'Andrea (ore 22)

Il veterano e il giovane. Enrico Vedovini e Tommaso Marmorini corrono sulla lizza per Porta Sant'Andrea. Vedovini è in sella a Conte (per esteso Conte Darko di Gazzara),  che ha raccolto il testimone di Peter Pan, cavallo "pensionato" anche lui re della piazza più e più volte insieme al suo cavaliere. Prima di scagliarsi sul buratto però i due giostratori lavorano di cesello: affinano le traiettorie, prendono la mira, misurano al millimetro la volata prima dell'impatto. 

Vedovini lascia a bocca aperta, come sempre. Due tiri, due 5 netti. La prova di Marmorini inizia invece in salita: un 3, un 4 vicinissimo al centro e ancora un 4 . 

Battagliere e in grande forma anche le riserve, Matteo Bruni e Saverio Montini. Anche per loro colpi da applauso: 4 vicinissimi al 5 e un centro che ha rasentato la perfezione. 

Gli ultimi 10 minuti scivolano via lenti, come le carriere che vengono simulate delle riserve: anche loro attente ai dettagli di ogni corsa contro il buratto. 

Porta Crucifera (ore 22,45)

Il primo a scendere in lizza è stato Carlo Farsetti, l'ex giostratore che oggi affianca e prepara i cavalieri di Porta Crucifera. Poi Adalberto Rauco e Lorenzo Vanneschi, seguiti dalle riserve, sono scesi al pozzo. Questa sera erano gli ultimi a sfidare il buratto, ma nelle loro performance nessuna traccia di stanchezza è trapelata. Anzi, la prima carriera di Rauco, quella con la quale il quartiere ha aperto le danze, si è conclusa sul 5, per la gioia dei numerosi supporter. Poi tenta la replica e si ferma a un soffio dal centro. Parte bene anche Vanneschi, con un colpo a ridosso del 5, poi carriere in calo:  un 4 netto e un 3. In chiusura di serata però si risolleva con due carriere che impattano sul 5.

Filippo Fardelli è la prima riserva che affronta il buratto: due colpi e due 4 ben assestati. 

A pochi minuti dallo scoccare delle 23,30  le tribune iniziano a svuotarsi. Le riserve continuano imperterrite a provare le loro traiettorie: carriere pensate e immaginate in ogni dettaglio, pur senza avere la lancia in resta. Mentre il popolo dei quartieri sogna già la giostra che verrà. 

La cronaca della seconda serata di prove

Tutto sulla Giostra: dalla lancia d'oro agli orari delle prove dei quartieri. Il programma fino a sabato sera

La presentazione della terza serata

Il programma

Dalle 20:30 alle 21:15 - Porta Santo Spirito

Dalle 21:15 alle 22:00 -  Porta del Foro

Dalle 22:00 alle 22:45 - Porta Sant'Andrea

Dalle 22:45 alle 23:30 - Porta Crucifera

Alle 20.30 tocca a Porta Santo Spirito inaugurare questo martedì estivo e afoso: Scortecci è in formissima e l'ha già dimostrato a suon di cinque, nonostante l'amato Napoleone si goda la pensione. Sull'altalena Cicerchia, che ieri ha messo la lancia perfino sull'uno e sul due, per poi tornare sul più consueto pomodoro. 

A ruota Porta del Foro, protagonista di una positiva tornata di prove. Sia Parsi che Innocenti sono andati sul centro, confermando le buone condizioni fisiche e mentali. A scrutarne le evoluzioni dalla tribuna, chissà con quale stato d'animo, anche Andrea Vernaccini, il fresco ex che dopo anni da protagonista deve ancora digerire il boccone amaro dell'esclusione.

Oltre a Napoleone, pure Peter Pan ha detto addio al rullo dei tamburi della piazza. Il cavallo storico di Vedovini è stato rimpiazzato con Conte Darko di Gazzara, in pratica un treno verso il cinque, colpito ieri due o tre volte (sarebbe servita la misurazione). Non male nemmeno Marmorini. Porta Sant'Andrea ha mangiato la lizza come fosse Giostra vera.

Stasera chiude Porta Crucifera, l'unico quartiere che può contare sulla conferma integrale di giostratori, cavalli e allenatore rispetto a un anno fa. Qualche vantaggio c'è, tant'è che Rauco è stato da subito tra i più vispi e anche Vanneschi sta crescendo a vista d'occhio, nonostante Carlito Brigante resti un cavallo affascinante ma impegnativo.

In piazza, ovviamente, anche i giostratori di riserva che giovedì sera saranno impegnati nella Prova Generale dedicata ad Antonio Bonacci, avvocato di grido scomparso prematuramente pochi mesi fa. 

L'ordine delle carriere: apre Sant'Andrea, chiude Porta del Foro

La Lancia d'oro

La dedica della Prova Generale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio digitale terrestre, cambia tutto per i televisori: come attrezzarsi

  • Delirio in fabbrica ad Arezzo: operaio impugna il martello contro il collega. Licenziato

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Un altro aretino in tv, Enrico protagonista a Forum su Rete 4

  • Drammatico incidente all'alba, donna si ribalta con l'auto: soccorsa in elicottero

  • Bollette, per quanto tempo vanno conservate?

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento