Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Antonio avrebbe fatto una grande risata", il ricordo del fratello Giovanni e le atmosfere della Prova Generale

La piazza gremita per la notte delle riserve. La manifestazione è stata dedicata alla memoria di Antonio Bonacci scomparso il 23 novembre 2018

 

"Avrebbe fatto una delle sue solite grandi risate. Ma poi si sarebbe compiaciuto".

L'affetto di Arezzo non si è fatto attendere e, nella notte dedicata ai giostratori non titolari, si è acceso ancora di più per ricordare un uomo che della Giostra si era innamorato grazie all'impegno del figlio e del fratello.

Antonio Bonacci, stimato avvocato del foro di Arezzo nonché magistrato del Saracino, questa sera era nuovamente in piazza. Presente nel ricordo di una città intera che lo ha omaggiato intitolando alla sua memoria la Prova Generale di giugno 2019. 

Prova Generale nel nome di Antonio Bonacci

I suoi cari e la sua famiglia hanno preso parte alla 50esima edizione ed è stato proprio il fratello Giovanni, presidente dell'associazione Sbandieratori, a sottolineare come "l'affetto di Arezzo nei confronti di Antonio non si è mai fatto attendere. Sia al momento del funerale che questa sera lo abbiamo davvero sentito. Le motivazioni lette in piazza dall'araldo che giustificano l'intitolazione della Prova Generale sono state così toccanti che a stento ho trattenuto l'emozione. Se fosse stato qui stasera avrebbe fatto una grande risata per stemperare la situazione. Ma sarebbe rimasto contento".

E di emozioni non è certo stata avara neppure la competizione che ha visto gli otto cavalieri affrontare la sfida con il Re delle Indie con grinta e determinazione. 
Un duello spuntato da Porta Sant'Andrea con la coppia Bruni-Montini che con nove punti ha fatto terra bruciata e portato al quartiere il trofeo. 

Sant'Andrea, è vittoria del cuore. Bruni: "E' per mio padre"

Nel video di copertina la sintesi (estrema) di questa lunga notte di Giostra.

Potrebbe Interessarti

  • Violenta grandinata: lucernari rotti e lunotti spaccati. Mele, pesche e cocomeri: massacro in campagna

  • Scivola, resta impigliata con la mano nella rete e si amputa un dito

  • Perde il controllo dell'auto e scivola giù nel torrente Castro: illeso l'autista

  • Schiaffi e minacce all'asilo nido. Bambini colpiti dalla maestra: le immagini shock

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento