Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tutti contro Santo Spirito, Scortecci: "Siamo tra le coppie da battere, ma occhio alle variabili"

Subito a regime la coppia gialloblù. Cicerchia e Scortecci, con il suo Doc, tra i favoriti

 

Bene per non dire benissimo. Elia Cicerchia e Gianmaria Scortecci hanno confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, che ci sono anche loro tra le coppie favorite per la vittoria della 138esima edizione della lancia d'oro.

"Noi veniamo in piazza in queste sere di prove - spiega il rettore Ezio Gori - più che per affinare il lavoro per abiturare i cavalli alla lizzaNon guardiamo i tabelloni ma solo il comportamento dei cavalli".

Se il rettore prova a nascondere in parte le carte sulla scelta dei cavalli così non fa Gianmaria Scortecci che ammette di aver già fatto la sua scelta ormai da tempo.

"Il mio cavallo sarà Doc lo avevamo già deciso prima delle prove che hanno solo confermato la sua affidabilità - spiega il cavaliere di Porta Santo Spirito - sicuramente queste sere in piazza cerchiamo soprattutto di trovare spuntidi lavorare e migliorare certi aspetti mettendoci anche in discussioneAlle volte non tutto va come vorresti".

Di certo il cavaliere della Colombina è consapevole che sabato insieme a Cicerchia sarà tra le principali coppie da battere. Scortecci però tiene alta la concentrazione.

"Sicuramente siamo la coppia da battere perchè abbiamo vinto molto insieme e siamo tra i più espertiNegli ultimi tempi però tutti hanno aggiunto qualcosa in piùhanno fatto passi in avanti e non dimentichiamoci dei tanti cambi per quanto riguarda i cavalliSono tutte variabili che possono rendere imprevedibile la prossima Giostra".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento