Porta Sant’Andrea riapre i battenti ai suoi quartieristi per la “Cena nella Corte”

Dopo più di due mesi di stop a causa dell’emergenza Covid-19 i soci biancoverdi potranno tornare a Palazzo San Giusto

Sabato 6 giugno Porta Sant’Andrea riapre le porte ai suoi quartieristi per la “Cena nella Corte”. Dopo più di due mesi di stop a causa dell’emergenza Covid-19, i soci biancoverdi potranno tornare a Palazzo San Giusto per passare una serata in compagnia all’insegna del buon cibo e nel pieno rispetto dei protocolli anticontagio indicati dai decreti ministeriali.

La cena, che avrà inizio alle ore 20.00, si svolgerà nella suggestiva corte del museo, con un menù fisso a base di pasta al ragù, grigliata, dolce, acqua e vino al costo di € 12 per gli adulti e € 8 per i bambini.

Per garantire le necessarie misure di contenimento (igiene e distanziamento sociale) sarà obbligatorio prenotare al numero 366 3867800 e il numero di partecipanti sarà chiuso a 70 persone.

In caso di maltempo, i coperti saranno spostati nella sala d’Armi “Enzo Piccoletti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla cena potranno partecipare solamente i soci del Quartiere e chi dovesse rinnovare la tessera potrà farlo direttamente in loco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vasco Rossi incontra Scanzi e Mastandrea: "Saluti dall'Italia, quella bella"

  • Arezzo, già 12 casi di Legionella. La Asl: "Ecco come si può contrarre e come prevenirla"

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Travolta dal marito in retromarcia: è in prognosi riservata

  • Il prof Caremani: "Attenzione, il virus non è più buono d'estate. E i politici diano l'esempio, vedo foto da irresponsabili"

  • Ambulante sventa un furto e l'azienda lo assume. Iboyi tra i dipendenti di Obi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento