Streetfood al Prato, artisti di strada a Saione, champagne e porchetta e poi notti di musica: la mappa del divertimento

VENERDì 14 SETTEMBRE Arezzo Dopo il grande successo del recital di Pietro De Maria al Teatro Petrarca domenica scorsa alle 21 è la volta dei suoi talentuosi allievi, impegnati in questi giorni con il maestro in una masterclass alla Casa della...

Artisti (1)
VENERDì 14 SETTEMBRE

Arezzo Dopo il grande successo del recital di Pietro De Maria al Teatro Petrarca domenica scorsa alle 21 è la volta dei suoi talentuosi allievi, impegnati in questi giorni con il maestro in una masterclass alla Casa della Musica di Arezzo. Il concerto si terrà alla Casa della Musica, nel palazzo della Fraternita dei Laici. Ingresso libero.

Concerto per pianoforte
Allievi masterclass di Pietro De Maria
Casa della Musica di Arezzo
Palazzo della Fraternita dei Laici, Arezzo

Arezzo

/cultura-eventi-spettacolo/cibo-strada-venerdi-prato-arezzo-lombelico-del-mondo/

Arezzo

/cultura-eventi-spettacolo/giocolieri-equilibristi-e-maghi-arriva-artisti-di-strada-per-saione/

Sansepolcro

/attualita/programma-borgo-sport/

SABATO 15 SETTEMBRE

Arezzo 3 Continenti, 9 Paesi e 13 anni di lavoro, 1 macchina fotografica in spalla e un libro.
Potrebbe essere questa l’estrema sintesi di (R)Esistenze di Valerio Nicolosi, 34 anni, reporter, fotografo e filmmaker della periferia Romana. Un libro fotografico e di storie che verrà presentato da Alessandro Mugnai, Segretario della Cgil di Arezzo presso la Libreria Feltrinelli di Arezzo, alle ore 15.30.
Durante l’evento, che verrà moderato da Francesco Romizi, giornalista e Consigliere Comunale di Arezzo, verranno proiettati videoreportage inerenti al libro e alcuni inediti frutto dell’ultima esperienza a bordo della Open Arms poche settimane fa.
Dal Nicaragua al Guatemala, dal Messico alle comunità Zapatiste, dalla Striscia di Gaza al confine Siriano in Libano, dal cuore del Nord Europa alle periferie Romane, un viaggio fotografico accompagnato dai racconti sui protagonisti. Storie di Esistenze e Resistenze quotidiane per l’acqua, la salute, la democrazia, una casa o il lavoro, senza mai distogliere lo sguardo dai protagonisti, spesso donne, che lottano per un’esistenza migliore.
Per tutto il mese di settembre, presso la Libreria Feltrinelli, è possibile visitare la mostra tratta dal libro.

Bio Valerio Nicolosi
Giornalista, Filmmaker e fotoreporter, vive a Roma dove collabora con l’agenzia di stampa Associated Press. Dal 2015 al 2017 ha vissuto a Bruxelles dove ha collaborato con SkyTg24, Rai News, Mediaset, Phoenix, RSI. Docente occasionale presso il Coris de La Sapienza e con le università palestinesi Al- Aqsa e Deir El-Balah entrambe nella Striscia di Gaza. Ha Realizzato diversi reportage e documentari a sfondo sociale in America Latina, Medio Oriente e in Europa come “La Tierra para todos” in Guatemala, “Corridoi umanitari: viaggio in Libano tra i profughi siriani in Libano” per il quotidiano La Repubblica, “Cañeros” “Bassam: Una vita in ospedale” e “Donne siriane in Libano” per la tv nazionale svizzera RSI. Ha realizzato il documentario “Tod Vor Lampedusa” sulla strage del 3 ottobre 2013 a Lampedusa per la tv pubblica tedesca ARD. E’ appena rientrato dalla Missione numero 47b della Ong Spagnola Open Arms e è appena rientrato dalla Striscia di Gaza.

Arezzo

/cultura-eventi-spettacolo/cibo-strada-venerdi-prato-arezzo-lombelico-del-mondo/
Arezzo Al museo dei mezzi di comunicazione "MEDIA MEMORIAE, i cronisti delle tradizioni“ che si svolgerà alle 10 (Via Ricasoli 22, Palazzo Comunale).. Il convegno, patrocinato dall'Ordine dei Giornalisti Nazionale e Toscano, vede il suo svolgimento ogni anno in una città italiana differente. Per il 2018 è stata scelta la città di Arezzo e, nello specifico, il nostro Museo per aver contribuito a questa importante tematica con l'esposizione itinerante “I mezzi della memoria in mostra”. L'ingresso sarà libero.



Arezzo Alle ore 17.30 all'interno della libreria Edison di piazza Risorgimento verrà presentato il libro del blogger satirico Lo Sgargabonzi, al secolo Alessandro Gori, edito da Minimum Fax ed intitolato "Jocelyn uccide ancora".
Di seguito la sinossi del libro.
«Jocelyn uccide ancora» è un almanacco fatto racconti comici, piccoli sipari grotteschi, poesie e parodie letterarie.
È un gorgo in cui vorticano personaggi dello spettacolo e gente comune, dove si ride sempre più forte e sempre più amaro, e non si salva nessuno.
Scrittore elegante e feroce, Lo Sgargabonzi diverte andando oltre le strade già battute, oltre i confini rassicuranti della consuetudine e del buoncostume.
Alessandro Gori, scrittore, fumettista e padre della pagina Lo Sgargabonzi, torna nella sua città natale esattamente come il Mostro tornava agli Scopeti: per ritrovare una suggestione di un mondo che stava lentamente scomparendo, con la disperata illusione di poter trattenere quei fantasmi ancora un po' con noi.
Ma fra una malinconia e l'altra Lo Sgargabonzi presenterà anche il suo nuovo libro, Jocelyn Uccide Ancora, edito da Minimum Fax e definito da Epoca "il miglior libro mai scritto".


Cavriglia Un evento alla scoperta della storia e della cultura del territorio: la Società Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Montegonzi promuove “Andar per chiese”. La passeggiata culturale prenderà il via alle 15 con ritrovo a Sereto dove sarà possibile visitare la chiesa di San Michele e la chiesa di San Giorgio. Alle 17.30, dopo uno spostamento in macchina a Montegonzi, sarà possibile visitare la chiesa di San Pietro e la Biblioteca Storica della parrocchia che custodisce anche alcuni volumi del 1600. In serata infine verrà proiettato il video del concerto del Perdono 2018 della Filarmonica di Montegonzi. Per partecipare all'evento è necessaria la prenotazione entro venerdì 14 settembre. Per info vai sulla pagina Facebook della Società Filarmonica “Giuseppe Verdi”.

Cortona Ancora un appuntamento alla Fortezza del Girifalco. ONTHEMOVE ha ideato un’originale extra, “Porchetta, Frattaglie & Champagne”. L’idea è quella di abbinare in modo originale le bollicine più chic del mondo, frutto di piccoli produttori indipendenti della regione francese di Champagne, con i migliori piatti della tradizione popolare toscana e cortonese. Una serata a tutto gusto per sfatare il luogo comune secondo cui i piatti della cucina “povera” non possano guadagnarsi un posto nell’alta cucina. I presenti potranno scegliere di degustare in abbinamento con diverse etichette di champagne: soprassata al profumo di agrumi, bruschette salsiccia - stracchino e finocchietto selvatico, lampredotto al cavolo nero, trippa alla fiorentina e porchetta, piatti scelti e sapientemente cucinati dalla Taverna Pane e Vino di Arnaldo Rossi. L’evento, che inizierà alle 19 e si svolgerà nel bellissimo Mastio, nasce dalla collaborazione tra il Bistrot in Fortezza con Zero Settantacinque e Taverna Pane e Vino.


Loro Ciuffenna Si chiuderà domenica 16 settembre la mostra allestita al Cassero per la Scultura dal titolo “Inedito Venturino. Ritratti dal 1948 al 1984” e dedicata all’artista Venturino Venturi del quale ricorrono i 100 anni dalla nascita. La mostra, organizzata in collaborazione con il Comune di Loro Ciuffenna città nella quale Venturino Venturi ha vissuto, avrà un suo atto conclusivo in un finissage previsto per sabato 15 settembre alle ore 17.30 dal titolo “Che banda Venturino!”. Si tratta di una perfomance musicale della Filarmonica G. Verdi di Loro Ciuffenna guidata dal suo direttore il Maestro Orio Odori, offerta dal Comune di Loro Ciuffenna nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario di Venturino Venturi, che attraverserà le strade del centro storico di Montevarchi, lungo un percorso che dal Cassero per la Scultura condurrà verso il Museo Paleontologico dove, all’interno del Chiostro di Cennano, si svolgerà un breve concerto musicale. I brani musicali che saranno eseguiti sono del Maestro Orio Odori.



Meliciano PROMENADE - Incontro teatrale nel paese di Meliciano” Realizzato dalla compagnia di teatro sperimentale BRUKEN JUMP. L’evento si terrà a partire dalle ore 18,00.

La Comunità di Meliciano, che si distingue per la sua accoglienza ed il suo amore per l’arte in ogni sua forma, sarà non soltanto presente, ma allestirà nel suo stile tradizionale un ‘ area ristoro’ con cibo e bevande, per concludere al meglio l’evento. Come sempre Meliciano offre la possibilità a bambini, giovani, adulti e anziani di passare un pomeriggio diverso, unendo natura ed arte, in questo caso, teatro. L’evento avrà luogo dalle ore 18.00 alle ore 20.00, a seguire la cena.”

Montemignaio A Montemignaio alle ore 17 presso la Pieve di S. Maria Assunta, concerto del coro “La Martinella” della sezione CAI di Firenze. L’ingresso è libero.
La Martinella è una formazione corale nata nel 1970 in seno alla sezione fiorentina del C.A.I. – Club Alpino Italiano – ed ini zialmente anche in seno all’A.N.A. (Associazione Nazionale Alpini) di Firenze; fa parte dell’Associazione Cori della Toscana ed ha al suo attivo una lunga serie di rassegne e concerti in varie regioni d’Italia e concerti all’estero. Il repertorio proposto comprende sia classici canti di montagna che canti popolari toscani.
Per meglio esprimere e gustare le sfumature espressive, il Coro ha bisogno di contesti acusticamente adeguati e per questo si esibisce spesso nelle chiese o in ambienti che garantiscano attenzione ed ascolto. Il coro La Martinella è stato riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali quale “Coro d’interesse nazionale”



Montevarchi Cena di solidarieta’’ alle ore 20 in piazza Varchi. Il ricavato andrà a favore del Tavolo Povertà. Il menù prevede antipasto, primo, secondo, contorno, frutta, vino, acqua e pane). Il prezzo è stabilito in € 18,00 a persona oppure € 38,00 a famiglia (1 o 2 adulti con massimo 2 ragazzi e/o ragazze). In caso di pioggia la cena si svolgerà presso il Centro Pastorale della Chiesa di S. Maria al Giglio posta in via Michelangelo n. 7. Info e prenotazioni si possono effettuare presso l’Ufficio Promozione del Territorio del Comune di Montevarchi posto in via Roma, 89 tel. 0559108212 - erminil@comune.montevarchi.ar.it aperto al pubblico dal lunedì al venerdì 10.30-12.30, martedì e giovedì anche 16-17. V aspettiamo numerosi a questa iniziativa che vuole contribuire a sostenere il Tavolo Povertà di Montevarchi che da anni cerca di aiutare le famiglie più bisognose presenti nel nostro territorio comunale.

Pratovecchio Stia La musica, la poesia, l’umanità di Gianmaria Testa saranno ancora una volta protagonisti a Romena. La fraternità casentinese dedica la serata (dalle ore 21) al ricordo del cantautore piemontese scomparso poco più di due anni fa. Una serata in cui l’artista sarà reso presente dalla testimonianza della moglie, Paola Farinetti, da due grandi musicisti amici, Riccardo Tesi e Maurizio Geri, che proporranno le sue canzoni, ma anche da Gianmaria stesso, attraverso i video, inediti, del concerto che tenne, proprio a Romena, cinque anni fa.

Pratovecchio Stia “Gli Etruschi e le Stelle”, terzo appuntamento del progetto “Casentino. La Valle Sacra degli Etruschi”. Il programma prevede alle ore 17.00 un’escursione guidata al sito archeologico etrusco di Masseto con partenza e rientro al Planetario del Parco (via Monte Grappa – Stia) dove, alle ore 21.00, si terrà la conferenza dal titolo “Gli Etruschi e le stelle”, a cura dei Laboratori Archeologici San Gallo. La partecipazione è gratuita con cena al sacco a cura dei partecipanti. Info e prenotazioni info@arcamuseocasentino.it 0575/595486 335/6244537.

Sansepolcro

/attualita/programma-borgo-sport/

DOMENICA 16 SETTEMBRE

Arezzo Incontro presso la galleria Spazio Imago con il fotografo naturalista Maurizio Biancarelli.
Appuntamento alle 17,30.
Un lungo viaggio per immagini dall’Appennino ai paesi del Nord, alla scoperta del paesaggio e dei sui molteplici significati, tra luci straordinarie e incontri con gli animali che lo popolano. Maurizio Biancarelli collabora regolarmente con riviste specializzate italiane ed estere, le sue foto sono state premiate negli anni in diversi concorsi internazionali ed è autore di sei volumi fotografici. Viaggia frequentemente all’estero, specialmente nei paesi del Nord, ma buona parte del suo lavoro è dedicata alla natura dell’Appennino. Ha partecipato al progetto paneuropeo Wild Wonders of Europe (www.wild-wonders.com) insieme ad altri fotografi di diverse nazionalità e attualmente sta collaborando al progetto l’Altroversante (www.laltroversante.com) dedicato al paesaggio montuoso italiano.

Castel San Niccolò All'accademia Casentinese, alle ore 10,45, Marco Socci, del CERN di Ginevra, parlerà di "I misteri della meccanica quantistica: Rivoluzione scientifica del XX secolo."

Arezzo Giornata Nazionale sulla Sla che Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, promuove in 150 piazze italiane. Le piazze coinvolte in Toscana saranno 6, tra cui Piazza San Jacopo ad Arezzo. L’elenco delle piazze è disponibile su http://www.aisla.it/xi-giornata-nazionale/piazze-toscana/

Arezzo Streetfood al Prato. Il programma di domenica 16 settembre. Gli stand gastronomici apriranno dalle ore 11 del mattino fino alle ore 24. Ricchissimo il programma dell'ultima giornata. Si parte dalle 12 con la Banda dei Piccoli Chef capitanata dalla Dietista aretina Dott.ssa Barbara Lapini, accoglierà bambini di ogni età per giocare con il cibo. Nel pomeriggio al via alle visite guidate, mentre dale 16 arrivano I “Giovanissimi in pista” che faranno a gara per dimostrare il proprio estro artistico. La regia è affidata a tre scuole aretine di tutto rispetto: “Let Me Dance”, “Ballet School” e “La Piccola Etoile”. Il gran finale è riservato dale ore 19 a Jazzmania: Progetto di musica jazz funky statunitense anni 70-80 con jazzisti aretini di tutto rispetto: Claudio Cuseri – Batteria, Maurizio Bozorious Bozzi - Basso elettrico, Marco Pezzola – Tastiere, e la Guest star Toti Panzanelli session man di Fabio Concato e Antonello Venditti tra i tanti.

/cultura-eventi-spettacolo/cibo-strada-venerdi-prato-arezzo-lombelico-del-mondo/

Pieve Santo Stefano È il giorno del vincitore del 34° Premio Pieve Saverio Tutino: domenica 16 settembre alle 16.30 la manifestazione conclusiva con gli “Otto racconti autobiografici” dei diari finalisti per la regia di Guido Barbieri con le letture di Paola Roscioli e Mario Perrotta e le musiche dal vivo di Vanni Crociani e Giacomo Toschi. La manifestazione sarà trasmessa su Radio 3. Ospite speciale Piero Terracina, sopravvissuto ad Auschwitz, che riceverà il Premio Città del Diario dedicato alle vittime delle leggi razziali e testimoni della Shoah. La mattina sarà presentato in anteprima il volume “YO SOY FIDEL” (Cantagallo, 2018) di Francesco Comello e Barbara Tutino, con testi inediti del fondatore dell’Archivio Saverio Tutino e Norberto Fuentes, scrittore e giornalista cubano.

Le memorie in piazza. Domenica 16 settembre è il giorno del vincitore del Premio Pieve Saverio Tutino 2018 e degli 8 finalisti della manifestazione. La premiazione inizierà dalle 16.30 in piazza Plinio Pellegrini a Pieve Santo Stefano, con la cerimonia delle “Memorie in Piazza” per la regia di Guido Barbieri che, come da tradizione, intervisterà gli otto diaristi finalisti – Cristina Bigazzi, Roberta Pedon, Laura Bigalli per il diarista Aldo Bigalli, Carla Bricarelli per Giuseppe Lorenzo Mazza, Gabriella Capelli e Cristina Melandri per Chiara Melandri, Vittorio Calore per Luca Pellegrini, Maria Cristina Fedrigotti per Clementina Ravegnani, Bruno Sansoni per Luciano Sansoni. Un viaggio nel tempo, dalla prima metà dell’Ottocento ai giorni nostri, che azzerano le distanze che intercorrono tra gli anniversari e l’attualità. Luca Pellegrini, nato nel 1806 a Palmanova è un capitano della marina asburgica che gira il mondo in nave, scrittore virtuoso capace di raccontare un naufragio con la bravura dello sceneggiatore, uomo cosmopolita e illuminato che riflette sui pregi e i difetti del mondo islamico, a Smirne e Costantinopoli, e si scaglia contro la schiavitù e il razzismo degli europei in Sud America. Al volgere del secolo, la testimonianza della giovane Clementina Ravegnani rammenta quanto è labile il confine tra benessere e sofferenza, descrivendo la propria vita spensierata nella provincia italiana di inizio ‘900, ai tempi della Belle Époque, vigilia della Prima guerra mondiale. Guerra alla quale aderirà la famiglia di Giuseppe Lorenzo Mazza con l’entusiasmo comune a gran parte del popolo italiano, nelle radiose giornate del maggio 1915, e che sarà spazzato via dall’esperienza del fronte che coinvolgerà padre, madre e figlio fino al dramma della morte di quest’ultimo. Un balzo di poco più di vent’anni e ancora l’inganno della guerra, la Seconda, che si rivela agli occhi del piccolo Aldo Bigalli, pisano. A dieci anni è avvolto dalla propaganda fascista e nonostante la tenera età scrive cronache mirabili del conflitto; disegna mappe, costruisce eserciti con tappi di sughero e fantastica sulle imprese belliche. Fin quando non è travolto dall’orrore del dopo armistizio, dei bombardamenti e dei nazisti in casa. Un destino comune a quello di Luciano Sansoni, un ragazzo in età di leva all’indomani dell’8 settembre 1943, che rifiuta l’arruolamento per Salò e intraprende una fuga rocambolesca attraverso l’Italia occupata, vivendo la battaglia per la liberazione di Firenze. Poco più di vent’anni dopo, Roberta Pedon attraversa invece un mondo completamente cambiato, in gran parte pacificato, dove i giovani viaggiano liberamente dall’Italia all’Inghilterra, da Londra all’India alla ricerca di nuove esperienze e conoscenze, sulla scia della rivoluzione generazionale sessantottina. Una spensierata incoscienza che, negli anni novanta, ignora la giovane Chiara Melandri, che si aggrappa alla scrittura per impedire che le porte degli ospedali psichiatrici, delle comunità, delle case famiglia, si chiudano alle sue spalle. Una vita fragile, che si spezza a soli 33 anni, nel 2013. Appena tre anni dopo, un ospite indesiderato irrompe nella vita di Cristina Bigazzi: la spiazzante diagnosi di un carcinoma segna l’inizio di una sfida fisica ed esistenziale dalla quale è uscita vincitrice nel giugno dello scorso anno.

Piero Terracina ospite speciale. A ottant’anni dai provvedimenti razzisti e discriminatori contro gli ebrei italiani, preludio alla deportazione, ai lager e allo sterminio, l’Archivio dei diari omaggia chi continua a dare voce alla memoria. Durante la manifestazione conclusiva della 34ª edizione del Premio Pieve verrà consegnato il Premio Città del Diario a Piero Terracina, sopravvissuto a Auschwitz. Un’occasione rara per ascoltare dal vivo la testimonianza di chi è sopravvissuto ai peggiori crimini perpetrati nel corso del Novecento.
La giornata di domenica 16 settembre si apre alle 9.30 nella Piazzetta delle Oche con il tradizionale incontro tra i diaristi della lista d’onore e la commissione di lettura dell’Archivio dei diari. La mattinata è coordinata Natalia Cangi, Direttrice organizzativa dell’Archivio diaristico nazionale e accompagnata dagli interventi musicali della Pieve Big Band e dalle letture di Donatella Allegro e Andrea Biagiotti. Durante l’incontro anche la consegna del Premio Speciale “Giuseppe Bartolomei” attribuito dalla commissione di lettura a Gherardo Giorni per il diario “Fiat voluntas tua” che racconta un arco di tempo che va dal 1947 al 1960 e il Premio per il miglior manoscritto originale attribuito dall’Archivio diaristico nazionale a Giuseppe Lorenzo Mazza per “Colpito al cuore”, epistolario che va dal 1912 al 1917.

Sansepolcro

/attualita/programma-borgo-sport/

Sansepolcro Dopo il successo delle prime due giornate, prosegue a Sansepolcro l'evento “Dialoghi Contemporanei con Piero tra Arte e Architettura”, un'indagine in chiave contemporanea dell'opera di Piero della Francesca scandita da laboratori e conferenze a cura di tre architetti di fama internazionale.

Il progetto, frutto della collaborazione tra l'associazione CasermArcheologica e Atelier Appenini, sta riscuotendo grande interesse e partecipazione. Davvero numerosi gli architetti e i professionisti provenienti da tutta Italia che in queste ore si stanno cimentando in workshop ed altre attività sul tema della contemporaneità di Piero della Francesca.

Queste quattro giornate di lavori sono inoltre accompagnate da una serie di momenti aperti alla cittadinanza, tra i quali spicca l'appuntamento conclusivo di oggi alle 10 al Museo Civico di Sansepolcro. Nel corso della mattinata, coordinati dal curatore Pino Pasquali, i tre docenti Franz Prati, Franco Purini e Beniamino Servino presenteranno una relazione finale sull’evento e i vari elaborati prodotti durante le giornate di laboratorio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    In arrivo i preservativi gratis per gli Under 26. Presto la distribuzione ad Arezzo

  • Attualità

    Mercato delle Pulci sul piede di guerra, Ciarpaglini: "Fonderemo una nuova associazione di categoria"

  • Altri Sport

    Stangata Bracciali: radiato a vita dal tennis

  • Cronaca

    Tenta il colpo al bar Tei, arrestato in una manciata di minuti: "Il nostro grazie alle forze dell'ordine"

I più letti della settimana

  • Il pacco del decoder Tim Vision. "Non lo hai chiesto, ma ti arriva a casa. E lo paghi in bolletta"

  • E45, terrore lungo i piloni: "Il ferro è finito". Video di un pensionato diventa virale

  • Incidente a Le Chianacce: ciclista muore travolto da un'auto

  • Cade a terra e muore a 58 anni: tragedia a Campo di Marte

  • Cara Città del Natale, visitarla è un salasso. La proposta sui social: "Pensate a pacchetti per le famiglie"

  • Grave incidente stradale, donna sbalzata da un trattorino. Attivato Pegaso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento