Zcs nel futuro, apre il Palazzo dell'Innovazione: 3mila metri quadri "green" e ad alta tecnologia

Zucchetti Centro Sistemi entra nel futuro con la terza costruzione aziendale, inaugurata oggi e battezzata Palazzo dell'Innovazione. La multibusiness di Fabrizio Bernini con sede a Terranuova Bracciolini che dà lavoro a 250 dipendenti (20 nuovi...

zcs-inaugurazione-giugno-2018-4

Zucchetti Centro Sistemi entra nel futuro con la terza costruzione aziendale, inaugurata oggi e battezzata Palazzo dell'Innovazione. La multibusiness di Fabrizio Bernini con sede a Terranuova Bracciolini che dà lavoro a 250 dipendenti (20 nuovi assunti solo nei primi mesi del 2018) e 200 collaboratori aggiunge un tassello chiave per incrementare la produzione. La struttura "green" e all'avanguardia (è progettato per limitare al massimo i consumi energetici, con verde verticale esterno e arredi riciclabili in vetro e legno), accoglierà le divisioni Robotics e Green Innovation con i loro prodotti ecofriendly: Ambrogio (robot rasaerba), Nemo (robot che pulisce la piscina) e Azzurro (inverter solare). Presenti al taglio del nastro i sindaci valdarnesi Maurizio Viligiardi, Sergio Chienni, Silvia Chiassai e Pietro Tanzini, il presidente della Camera di Commercio di Arezzo Andrea Sereni, il direttore generale dell'ente camerale Giuseppe Salvini, il direttore generale di Confindustria Toscana Sud Antonio Capone, responsabile della delegazione di Arezzo dell'Associazione Industriali.

LA FOTOGALLERY DEL TAGLIO DEL NASTRO

SPINTA ALLE BICI, CON PRADA E ABB

Il progetto architettonico del Palazzo dell'Innovazione ha coinvolto non solo l’edificio industriale ex Acriglass ma anche l’area urbanistica adiacenti: la realizzazione della struttura ha permesso così di riqualificare l'intera area.

Oggi è un momento importante per tutta l’azienda, per l’intero indotto del Valdarno, e forse non solo - ha detto Fabrizio Bernini, presidente di Zucchetti Centro Sistemi, recentemente insignito del titolo di cavaliere del lavoro - un nuovo edificio eco-sostenibile per realizzare un Polo dell’Innovazione, per esprimere un radicamento al territorio, per dare continuità all’impegno e alla fiducia di un’impresa verso i suoi collaboratori, partner tecnologici e commerciali, giovani e istituzioni. In sinergia con altre importanti aziende del territorio grazie ai finanziamenti della Regione Toscana è in programma anche la realizzazione di una pista ciclabile per unire in modo continuo le zone residenziali a quelle industriali da San Giovanni Valdarno fino a Levane. L’obiettivo è quello di incentivare l’uso della bicicletta per raggiungere il proprio posto di lavoro per contribuire ad abbassare il livello di inquinamento generale e al contempo godere della sana vita all’aria aperta.

IL FACEBOOK DELL'ENERGIA

Oltre a Zcs sono coinvolti nel progetto sulle bici anche Prada e Abb. Ma Fabrizio Bernini, durante la conferenza, ha anche lanciato l'idea di un Facebook dell'energia, in cui aziende e privati che riescono ad accumulare energia pulita attraverso gli inverter solari abbiano poi la possibilità, come in altri paesi, di poterla condividere, mettendola in circolo per la comunità: con un risparmio di denaro e un beneficio per l'ambiente.

IL PROGETTO: SUPERFICIE DA 3MILA MQ

Il nuovo edificio occupa una superficie di 3.000 mq suddivisi tra produzione e officine meccaniche per i robot rasaerba Ambrogio al piano Terra ed uffici Direzionali e commerciali al piano superiore all’insegna del concept “smart & green”. L’edificio ospita un impianto fotovoltaico da 70KW con inverter ZCS Azzurro da 50KW trifase, un 11KW compact trifase e un 6KW lite monofase, tutti con wi-fi esterna. In funzionamento anche due impianti di accumulo di energia. Questo sistema completo - si legge nella nota basato su energia rinnovabile e alimentato da nuove tecnologie targate ZCS permetterà di produrre, generare, accumulare e consumare energia in modo autonomo, con enormi vantaggi in termini di risparmio energetico e di attenzione all'ambiente.

“L'inverter non fa altro che raccogliere quanto i pannelli sono in grado di produrre e trasformare questa energia elettrica in modo che sia immediatamente fruibile o possa essere immagazzinata in sistemi di accumulo a batterie” afferma il Direttore Generale della Division Green Innovation Averaldo Farri, che si occupa di energie rinnovabili da molti anni.

“Diminuzione dei consumi, aumento dell'energia autoprodotta ed efficientamento rappresentano il futuro dell'energia e soprattutto il futuro delle imprese che sono player principali nella creazione di un ecosistema innovativo per combattere il cambiamento climatico” continua Farri.

Il palazzo dell’innovazione sarà caratterizzato inoltre da un sistema intelligente di illuminazione Smart Switch sviluppato internamente dal Laboratorio delle Idee, l’area R&D di ZCS.

“L’illuminazione dell’edificio sarà gestita dal nuovissimo sistema cable-free la cui tecnologia consente l’installazione, il controllo e il funzionamento di ogni punto luce o presa, senza necessità di alcun cavo di collegamento, punto – punto” precisa Bernini, che dirige personalmente l’area Ricerca e Sviluppo del Laboratorio. “Abbiamo ideato una nuova soluzione per la gestione smart delle utenze/servizi indoor configurabile con uno smartphone tramite Cloud; un cablaggio virtuale grazie alle tecnologie ibeacon, BLE, rete mesh e ZCS Connect. Oggi è possibile realizzare un edificio senza fili, senza cablaggio, senza interruttori consentendo una versatilità estrema nella progettazione e personalizzabile alle proprie esigenze” conclude Bernini. Al piano superiore sono previste oltre 70 postazioni lavoro suddivise da 1 km quadrato di pareti divisorie in vetro. Arredi semplici ma funzionali con colori neutri che ben si addicono all’edificio caratterizzato da lucernari naturali posizionati sui due lati. Realizzata una sala corsi per accogliere 100 persone, oltre a salette riunioni, business, e area break per i dipendenti. A completamento uno showroom che presenta i prodotti delle due divisioni aziendali. Il piano terra accoglierà il terzo sito produttivo robotico di ZCS , che si aggiungerà agli attuali sempre dislocati nel Valdarno. “Nel nuovo stabile Saranno attivate due Linee di produzione, con 26 postazioni totali e 4 banchi di collaudo totali. Per arrivare ad una produzione totale di oltre 400 robot al giorno per permetterci di soddisfare le richieste sempre maggiori provenienti da tutti i mercati ” afferma il responsabile Divisionale Robotics Massimo Innocenti. “La robotica Made In Italy, nel nostro caso Made in Tuscany, si sta affermando sempre più nello scenario internazionale caratterizzato da prodotti di massa di basso valore e scarsa efficienza: i nostri robot sono ideati, progettati, realizzati ed assemblati nella nostra area e mirano ad offrire la miglior customer experience con la tecnologia più evoluta.” Un elemento che contribuisce alla crescita aziendale di Zcs è la ricerca di massimizzare la sinergia interdivisionale: sfruttare il know how tecnologico sviluppato ed implementato su un prodotto e poi traslato su una nuova soluzione favorendo anche la customizzazione progettuale. “Ogni prodotto brandizzato ZCS si rivolge ad uno specifico mercato e viene gestito in modo autonomo dalle singole divisioni di riferimento; spesso però le tecnologie più innovative, oggi caratterizzate dall’utilizzo ed implementazione dell’IoT per esempio, vengono introdotte nei diversi prodotti e soluzioni rivolti a mercati eterogenei” interviene Ilaria Nesti responsabile Marketing & Comunicazione ZCS. “Siamo consapevoli che il mercato ci riconosce un ruolo di primo livello in ambito innovazione e anche per questo abbiamo deciso di unire le sale demo in un unico showroom e di promuovere il nuovo concept di Casa Green per sottolineare come il binomio tecnologia e natura sia l’elemento comune della Casa del Futuro: Ambrogio, Nemo ed Azzurro rappresentano i nostri prodotti di punta intelligenti ed ecofriendly rivolti all’utente finale dotati a bordo della tecnologia più innovativa targata ZCS” continua Nesti. “Anche le stesse linee di produzione robotica saranno targate ZCS: sono infatti nostri i sistemi automatizzati delle catene di assemblaggio dei robot Ambrogio che permetteranno di massimizzare la produzione giornaliera, la linea di produzione è stata progettata nell’ottica di avere in un'unica area completamente a vista tutte le fasi processo (dirette ed indirette), gli spazi sono stati gestiti e parcellizzati sulla base dell’attento studio dei flussi di lavoro, dei flussi dei materiali, e delle informazioni di processo, prodotto e qualità ” interviene Francesco Ivano Paternò. “grazie alla linea di assemblaggio e movimentazione dei robot gli addetti all’assemblaggio di ZCS lavoreranno in postazioni ad elevata ergonomia, nella più totale sicurezza, le fasi del processo di assemblaggio dei componenti elettromeccanici rispettano elevati standard di qualità, ogni singola fase è tracciata step by step questo fa si che il reparto di assemblaggio dei robot di ZCS sia a tutti gli effetti un esempio applicato di industria 4.0” ribadisce Massimo Innocenti. La Zucchetti Centro Sistemi è naturalmente un’azienda Smart: completamente digitalizzata utilizza le soluzioni informatiche più all’avanguardia sviluppate e customizzate internamente. “Gli accessi del personale, la sicurezza del Palazzo, le pianificazioni degli incontri, sono interamente affidati ai sistemi Zucchetti che garantiscono efficienza, monitoraggio e controllo sulle movimentazioni interne del personale e programmazioni del lavoro” sostiene Arianna Sacchetti responsabile Software Division. “Anche tutti i processi aziendali delle cinque divisioni, come il controllo di gestione, la gestione della forza vendita, la produzione industriale sono completamente gestiti attraverso le nostre soluzioni” ricorda Sacchetti. Il Nuovo Palazzo affianca gli altri due già presenti sul territorio dell’area industriale di Terranuova Bracciolini nel Valdarno aretino: il Palazzo delle Idee dedicato al software e quindi ai servizi per l’impresa, per la sanità pubblica e privata, e il Palazzo della Tecnologia che ospita la divisione Automazione, specializzata in sistemi automatici di tracciabilità in ambito industriale, sanitario ed alberghiero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

  • New Delhi, oltre 30 decessi sospetti in Toscana. L'infettivologo di Arezzo: "Vi spiego come si previene"

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Fare la spesa risparmiando, la guida di Altroconsumo: ecco la classifica dei supermarket di Arezzo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento