Tari quanto mi costi? Ad Arezzo tariffe più basse della media regionale e nazionale: i conti

A confronto con Lucca, Pisa, Massa, Prato e Siena, Arezzo è la città toscana dove il costo delle tariffe per la raccolta dei rifiuti è più contenuto. E anche rispetto alla media nazionale la spesa per albergatori, ristoranti, industrie alimentari...

inceneritore_rifiuti_san_zeno

A confronto con Lucca, Pisa, Massa, Prato e Siena, Arezzo è la città toscana dove il costo delle tariffe per la raccolta dei rifiuti è più contenuto. E anche rispetto alla media nazionale la spesa per albergatori, ristoranti, industrie alimentari e supermercati è più modica.

A rivelarlo è un’indagine del Sole 24 Ore che nelle proprie colonne ha condotto un'approfondita analisi sui prezzi della Tari in 64 città italiane con popolazione superiore ai 50mila abitanti.

Tra queste c’è anche Arezzo.

L'approfondimento prende in considerazione alcune delle principali attività commerciali come appunto alberghi, ristoranti, imprese alimentari e supermercati. Per tutte le categorie, rispetto al 2015, la tariffa ad Arezzo è diminuita.tari-arezzo2016Le cifre restano poi tra le più a basse anche a livello regionale. In tutto sono cinque i capoluoghi toscani presi in considerazione nell’indagine.

Prato è la città dove il costo della Tari è più elevato e dove le tariffe non hanno subito alcuna variazione (né aumenti né tagli) rispetto al 2015. Qui gli alberghi pagano 8,04 euro a metro quadrato, i ristoranti 25,64 euro/mq, le imprese alimentari 5,10 euro/mq e i supermercati 18,46 euro/mq.

Seguono Siena, Massa, Lucca e Pisa.

tari-regione-2016

Il trend italiano invece, in linea con i criteri di contenimento dei costi applicati in buona parte delle realtà del Paese, è orientato verso una diminuzione delle tariffe con unica eccezione per le imprese alimentari, unico comparto ad aver registrato un lieve aumento.

tari-media-italia2016

Sempre stando all’approfondimento delle cifre recuperate in tutte e sessantaquattro le città italiane analizzate, è evidente come i costi più alti delle tariffe Tari siano localizzati nel Centro Italia.

Per quanto riguarda gli alberghi la media riguardante questa specifica area geografica è di 9,1 euro/mq (-0,6%) contro le 4,7 euro/mq (-1,1%) del Nord e le 6,4 euro/mq (+0,4%) del Sud. Per i ristoranti invece il costo medio è di 34,9 euro/mq (-0,8%), al Nord invece la tariffa oscilla sulle 26,2 euro/mq di media (-1,3%) e al Sud è pari a 22,5 euro/mq (-0,8%). L’impresa alimentare nel Centro Italia vede costi medi di circa 8,3 euro/mq (-1,0%) contro le 3,4 euro/mq del Nord (+1,5%) e le 4,2 euro/mq del Sud (1,4%). Infine i supermercati del Centro spendono 18,4 euro/mq (-0,7%) al Nord i costi sono di 13,8 euro/mq (+0,5%) e al Sud 13,3 euro/mq (0%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tensione al supermercato: zuffa tra due signore, arrivano i Carabinieri

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Coronavirus, Ghinelli a Firenze: "Proporrò la chiusura delle scuole"

  • Coronavirus, primi casi in Toscana. Due tamponi positivi a Firenze e Pistoia

  • Arezzo vista dagli occhi dei Vip: tutti gli scatti social

  • Coronavirus, numeri telefonici presi d'assalto. Rossi: "Negli ospedali percorsi dedicati". L'appello ai cittadini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento