Reazione alla crisi, Arezzo bocciata. Seconda peggior provincia toscana dopo Grosseto

La classifica dei territori virtuosi è stata stilata nell’edizione odierna del Sole 24 Ore, che ha messo in fila le province italiane in base a una decina di parametri (che toccano i temi dell’istruzione, dei redditi, della salute): Arezzo si piazza al 70esimo posto su 103, un soffio avanti rispetto ad Avellino, Cosenza e Lecce. E’ la penultima provincia della Toscana (le prime sono Siena – decima assoluta -, Firenze e Prato); peggio in regione fa soltanto Grosseto. Sul podio nazionale ci sono Bergamo, Modena, Reggio Emilia

Mattia Cialini
Mattia Cialini
Invia per email  |  Stampa  |   17 luglio 2017 14:02  |  Pubblicato in Economia, Arezzo


Arezzo bocciata nella reazione alla crisi economica. La classifica dei territori virtuosi è stata stilata nell’edizione odierna del Sole 24 Ore, che ha messo in fila le province italiane in base a una decina di parametri (che toccano i temi dell’istruzione, dei redditi, della salute): Arezzo si piazza al 70esimo posto su 103, un soffio avanti rispetto ad Avellino, Cosenza e Lecce. E’ la penultima provincia della Toscana (le prime sono Siena – decima assoluta -, Firenze e Prato); peggio in regione fa soltanto Grosseto. Sul podio nazionale ci sono Bergamo, Modena, Reggio Emilia.

La valutazione

Le province sono state ordinate in base ad un indice sintetico da 100 a 1, che esprime la capacità di reazione alla crisi nel periodo che va dal 2013 al 2016.
I parametri
Sono stati presi in esame i seguenti parametri: 1. dove la crescita del reddito pro capite è stata maggiore; 2. dove il prezzo delle case è diminuito di meno; 3. dove i depositi pro capite in banca sono cresciuti di più; 4. dove gli acquisti di automobili sono saliti di più; 5. dove gli importi medi per i prestiti sono cresciuti di più; 6. dove la spesa per beni durevoli è cresciuta maggiormente; 7. dove il tasso di disoccupazione è salito di meno; 8. dove il consumo di farmaci è diminuito più consistentemente (sono state prese in esame le spese in farmacia); 9. dove il rapporto laureati/giovani è salito di più; 10. dove i rifiuti pro capite sono cresciuti di più.

La classifica Toscana

Arezzo è al 70esimo posto nazionale e nono (su 10) in Toscana. Nelle classifiche dei singoli parametri, Arezzo si piazza al sest’ultimo posto per il considerevole aumento del consumo di farmaci.

10. Siena 70,1

23. Firenze 60,4

32. Prato 57,5

39. Lucca 53,6

40. Massa Carrara 53,6

51. Pisa 50,4

54. Livorno 50,2

56. Pistoia 49,8

70. Arezzo 44,8

84. Grosseto 36,7

@MattiaCialini

 Mattia Cialini 
Mattia CialiniNato nel 1983, lacustre trapiantato in Toscana. Vivo ad Arezzo, mi sento a casa anche al Trasimeno e in Maremma. Laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena. Amo scrivere, ho la fortuna di farlo per mestiere dal 2002. Sommelier Ais
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus