Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"E' un progetto per Arezzo, nessun rifiuto da Firenze." E Aisa prevede anche 30 assunzioni

Le spiegazioni di Aisa impianti sul progetto di ampliamento

 

Tra i 20 e i 30 lavoratori specializzati in più. Li prevede il progetto di ampliamento depositato in Regione da Aisa impianti per lo stabilimento di San Zeno. A spiegarne i contenuti sono il presidente Giacomo Cherici e il direttore Marzio Lasagni.

Carte e diagrammi alla mano mostrano il progetto per il quale hanno chiesto le autorizzazioni:

"Per chi dice raddoppio inceneritore noi diciamo no grazie, siamo i primi a non volerlo, perché tutto quello che sarà termovalorizzato in più proverrà solamente dalle lavorazioni delle raccolte differenziate, uno scarto interno, non prendermo certi i rifiuti da Firenze."

Un progetto molto più aretino, diverso rispetto a quello di alcuni anni fa quando l’impianto di San Zeno sarebbe dovuto entrare dentro Sei Toscana e avere la costruzione della seconda linea di incenerimento. Alla base di tutto adesso c’è la necessità di lavorare lo scarto fisiologico che si ha dalla raccolta dell’umido delle frazioni secche che sono in aumento.

La presentazione anche in conseguenza del documento pubblicato da Filippo Gallo e Donato Caporali.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento