Per 10 giovani disoccupati arriva il primo Incubatore Sociale d'Impresa di Cna

I destinatari: dieci giovani disoccupati, tra i 18 e 40 anni, a rischio di esclusione ed emarginazione sociale residenti nella provincia di Arezzo. L’obiettivo: metterli nelle condizioni di creare impresa sociale. Questo è il progetto “Incubatore...

franca-binazzi-cna-498x360

I destinatari: dieci giovani disoccupati, tra i 18 e 40 anni, a rischio di esclusione ed emarginazione sociale residenti nella provincia di Arezzo. L’obiettivo: metterli nelle condizioni di creare impresa sociale. Questo è il progetto “Incubatore Sociale d’Impresa” elaborato da Socialnet di Cna in collaborazione con Comune di Arezzo, Caritas e Camera di Commercio. Verrà presentato il 9 settembre, alle ore 17.30, presso la sede provinciale di Cna dalla Presidente Binazzi; dal Presidente di Socialnet, Milanesi; da quello della Camera di Commercio, Sereni; dall’assessore del Comune di Arezzo, Tanti e da Monsignor Francioli, Direttore di Caritas.

“L'Incubatore sociale d'impresa – spiega Franca Binazzi Presidente di Cna - è un modello innovativo per consentire a giovani disoccupati e inoccupati di coniugare competenze e conoscenze in una prospettiva imprenditoriale socialmente responsabile. Non dimentichiamo infatti che al 31 marzo del 2015 gli iscritti allo stato di disoccupazione in provincia di Arezzo sono 55.028, di questi il 25,5% ha tra i 35 e 44 anni, e non è trascurabile l'incidenza nei giovani under 25 con il 13,1%”.

Il progetto offre soluzioni a coloro che per non hanno ancora pensato di muoversi in una direzione di auto imprenditorialità ma che hanno, anche se non scolarizzati, le potenzialità per fare impresa. L'Incubatore intende valorizzare le motivazioni migliori per avviare un'impresa anche nel sociale e poi accompagnare i giovani partecipanti nella “messa in moto” della propria idea al fine di facilitarne la realizzazione.

“La partecipazione al progetto è gratuita – afferma Leo Milanesi Presidente di Socialnet. Ci rivolgiamo a dieci giovani disoccupati e inoccupati a rischio di esclusione ed emarginazione sociale cioé in carico ai servizi sociali dei Comuni, oppure seguiti dalla Caritas o con un ISEE non superiore ai 10.000,00 € all'anno e residenti in provincia di Arezzo di età compresa tra i 18 e 40 anni”.

La metodologia di lavoro permette ai partecipanti di interagire in discussioni di gruppo e mediante applicazioni individuali basate su casi reali. Ogni partecipante avrà poi uno spazio per una verifica del proprio progetto col docente in forma consulenziale e riceverà una dispensa. Il progetto ha la durata di cinque giornate: 23-24 settembre, 8-22-26 ottobre. La migliore idea imprenditoriale sarà premiata con un furgoncino Fiat Fiorino usato donato dall'associazione O.A.S.I. - Officina Aretina della Solidarietà Internazionale.

“Mi piace considerare Socialnet come il braccio operativo di CNA nel sociale – conclude la Presidente Franca Binazzi. Con questo progetto abbiamo raggiunto un livello avanzato di azione per contrastare disagio, emarginazione, precarietà: fattori che non rendono un territorio dinamico ed economicamente fertile. Non solo, l'auspicio è che quest'edizione 2015 dell'Incubatore Sociale d'Impresa possa rappresentare un cambio di marcia e sia di stimolo per tutti gli attori del territorio comunale e provinciale di Arezzo, perché fare impresa rappresenta una reale e valida opportunità per chi si trova ai margini della società e farla nel sociale costituisce un valore aggiunto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le iscrizioni sono aperte fino al 14 settembre, ed il modulo si può scaricare dal sito www.cna.arezzo.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Alla Chiassa non passa più nessuno". Punta la pistola in strada e si filma, ma arriva la Polizia: denunciato

  • Coronavirus, Ghinelli: "Uscite a fare la spesa? Tenete lo scontrino"

  • Medico chirurgo positivo al Covid-19 ricoverato al San Donato

  • E' morta una maestra elementare contagiata da Coronavirus

  • Il messaggio ai suoi 500 dipendenti: "Riguardatevi, torneremo". E' la prima cassa integrazione della Lem in 46 anni

  • "Se porti la mascherina ti guardano e ridono". Ilaria dall'Olanda racconta il Coronavirus: "Abbiamo avviato una raccolta fondi"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento