Ieg alza l'offerta per OroArezzo e Gold Italy. La risposta entro il 13 dicembre

Nuova proposta da parte del colosso fieristico riminese, i soci dovranno decidere entro un mese e mezzo se accettare o meno

Ieg, ovvero Italian Exhibition Group - società riminese specializzata nell'organizzazione di eventi fieristici e tra i principali operatori del settore fieristico e dei congressi a livello europeo - avanza una nuova proposta migliorativa per l'acquisto delle fiere orafe OroArezzo e Gold/Italy.

Il comunicato

Ieg comunica infatti "di aver inviato in data 28 ottobre 2019 ad Arezzo Fiere e Congressi la proposta di anticipare il periodo di esercizio attualmente previsto per l'opzione di acquisto di alcuni beni e diritti connessi alle manifestazioni fieristiche "OroArezzo"e "GoldItaly". Tale opzione era stata disciplinata nell'ambito degli accordi sottoscritti nell'aprile 2017 tra l'Emittentee Arezzo Fiere e Congressi, in virtù dei quali IEG ha assunto la gestione in esclusiva delle manifestazioni fieristiche orafe aretine made in Italy "OroArezzo" e "GoldItaly" per il periodo 2017-2021. Tali accordi hanno previsto la possibilità per le parti di esercitare una opzione "call" e "put", nel periodo ricompreso tra il 1° gennaio 2021 ed il 28 febbraio 2021, per la compravendita di taluni beni e diritti connessi alle due manifestazioni (compresi i diritti di proprietà intellettuale e database clienti)".

La scadenza per accettare l'offerta, che dovrebbe essere migliorativa rispetto alla precedente proposta di circa 600mila euro, è stata fissata al 13 dicembre prossimo.

Così la proposta precedente

Le cifre

Attraverso l'esercizio dell'opzione IEG potrà anticipare il consolidamento della propria leadership nel settore dell'oreficeria e della gioielleria. Il valore proposto per l'acquisizione dei beni e dei diritti inerenti le manifestazioni, cui si deve aggiungere un divieto di concorrenza nel settore della gioielleria e dell'oreficeria da parte di Arezzo Fiere e Congressi, è determinato da una componente fissa di 3 milioni e 494mila euro e da una componente variabile che potrà raggiungere un valore massimo di 956mila al verificarsi di alcune condizioni legate alla manifestazione "OroArezzo 2020". Qualora Arezzo Fiere e Congressi accetti la proposta e si proceda al trasferimento dei beni e dei diritti inerenti le manifestazioni, IEG non dovrà sostenere l'onere per il canone di concessione delle manifestazioni aretine per l'esercizio 2020,pari a complessivi 1 milione e 144mila euro. La proposta inviata ad Arezzo Fiere e Congressi prevede un termine per l'accettazione e la formalizzazione degli atti fissato per il 13 dicembre 2019. "OroArezzo", che si svolgeogni anno in aprile, è il salone internazionale che valorizza la migliore produzione orafa Made in Italy, una manifestazione utile per la pianificazione degli acquisti annuali e il riassortimento primaverile di wholesalers, catene e top brand della distribuzione. E' un salone internazionale per la domanda che ha come punti di forza la creatività e la velocità del delivery. "GoldItaly", che si tiene ogni anno in ottobre, favorisce l'incontro tra le eccellenze dei distretti orafi italiani e i buyers internazionali, puntando sull'esclusiva formula dell'international business workshop basata su un'attenta segmentazione del prodotto esposto e un'accurata profilazione degli operatori invitati.

Così Arezzo Fiere e Congressi

In questi mesi - spiega una nota di Arezzo Fiere - è continuato il lavoro di affinamento del contratto con Italian Exhibition Group sottoscritto nell’aprile 2017, in virtù del quale Ieg ha assunto la gestione delle manifestazioni orafe “Oro Arezzo” e Gold Italy” per il periodo 2017-2021, che grazie alla nuova guida di Arezzo Fiere e Congressi srl, nonché ad un rinnovato lavoro corale di Regione, Camera di Commercio di Arezzo e Siena, Comune e Provincia, e la disponibilità mostrata da Ieg, si concretizza con una nuova proposta di acquisto significativamente migliorativa rispetto e a quella già formalizzata da IEG qualche mese fa, e a quella iniziale, sia sulla entità sia sulla tempistica dei pagamenti previsti.
La proposta, arrivata oggi è accolta con soddisfazione dai Soci pubblici; consentirà il permanere ad Arezzo degli eventi orafi, vetrina del primo distretto europeo della produzione orafa Made in Italy, e di consolidare l’equilibrio economico e finanziario della Società, con nuove prospettive di sviluppo futuro.
Da evidenziare la qualità, la solidità e l’affidabilità del partner IEG, società quotata sul Mercato  Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., leader in Italia nel mercato fieristico e tra i principali operatori del settore fieristico e congressuale a livello europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Così sono nate le 6000 sardine": storia di Giulia, l'aretina che ha creato con tre amici il movimento anti Salvini

  • La pioggia fa paura: allagamenti, frane e fiumi in piena. Una famiglia evacuata. Chiusa per ore l'A1

  • 4 Ristoranti ad Arezzo: ci siamo. Arriva Alessandro Borghese

  • Auto trascinata dalla corrente, vigili del fuoco al lavoro per il recupero

  • Allagamenti ad Arezzo: strade chiuse e piante crollate

  • Quanto dura il maltempo? Le previsioni meteo ad Arezzo per il weekend

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento