Ieg alza l'offerta per OroArezzo e Gold Italy. La risposta entro il 13 dicembre

Nuova proposta da parte del colosso fieristico riminese, i soci dovranno decidere entro un mese e mezzo se accettare o meno

Ieg, ovvero Italian Exhibition Group - società riminese specializzata nell'organizzazione di eventi fieristici e tra i principali operatori del settore fieristico e dei congressi a livello europeo - avanza una nuova proposta migliorativa per l'acquisto delle fiere orafe OroArezzo e Gold/Italy.

Il comunicato

Ieg comunica infatti "di aver inviato in data 28 ottobre 2019 ad Arezzo Fiere e Congressi la proposta di anticipare il periodo di esercizio attualmente previsto per l'opzione di acquisto di alcuni beni e diritti connessi alle manifestazioni fieristiche "OroArezzo"e "GoldItaly". Tale opzione era stata disciplinata nell'ambito degli accordi sottoscritti nell'aprile 2017 tra l'Emittentee Arezzo Fiere e Congressi, in virtù dei quali IEG ha assunto la gestione in esclusiva delle manifestazioni fieristiche orafe aretine made in Italy "OroArezzo" e "GoldItaly" per il periodo 2017-2021. Tali accordi hanno previsto la possibilità per le parti di esercitare una opzione "call" e "put", nel periodo ricompreso tra il 1° gennaio 2021 ed il 28 febbraio 2021, per la compravendita di taluni beni e diritti connessi alle due manifestazioni (compresi i diritti di proprietà intellettuale e database clienti)".

La scadenza per accettare l'offerta, che dovrebbe essere migliorativa rispetto alla precedente proposta di circa 600mila euro, è stata fissata al 13 dicembre prossimo.

Così la proposta precedente

Le cifre

Attraverso l'esercizio dell'opzione IEG potrà anticipare il consolidamento della propria leadership nel settore dell'oreficeria e della gioielleria. Il valore proposto per l'acquisizione dei beni e dei diritti inerenti le manifestazioni, cui si deve aggiungere un divieto di concorrenza nel settore della gioielleria e dell'oreficeria da parte di Arezzo Fiere e Congressi, è determinato da una componente fissa di 3 milioni e 494mila euro e da una componente variabile che potrà raggiungere un valore massimo di 956mila al verificarsi di alcune condizioni legate alla manifestazione "OroArezzo 2020". Qualora Arezzo Fiere e Congressi accetti la proposta e si proceda al trasferimento dei beni e dei diritti inerenti le manifestazioni, IEG non dovrà sostenere l'onere per il canone di concessione delle manifestazioni aretine per l'esercizio 2020,pari a complessivi 1 milione e 144mila euro. La proposta inviata ad Arezzo Fiere e Congressi prevede un termine per l'accettazione e la formalizzazione degli atti fissato per il 13 dicembre 2019. "OroArezzo", che si svolgeogni anno in aprile, è il salone internazionale che valorizza la migliore produzione orafa Made in Italy, una manifestazione utile per la pianificazione degli acquisti annuali e il riassortimento primaverile di wholesalers, catene e top brand della distribuzione. E' un salone internazionale per la domanda che ha come punti di forza la creatività e la velocità del delivery. "GoldItaly", che si tiene ogni anno in ottobre, favorisce l'incontro tra le eccellenze dei distretti orafi italiani e i buyers internazionali, puntando sull'esclusiva formula dell'international business workshop basata su un'attenta segmentazione del prodotto esposto e un'accurata profilazione degli operatori invitati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così Arezzo Fiere e Congressi

In questi mesi - spiega una nota di Arezzo Fiere - è continuato il lavoro di affinamento del contratto con Italian Exhibition Group sottoscritto nell’aprile 2017, in virtù del quale Ieg ha assunto la gestione delle manifestazioni orafe “Oro Arezzo” e Gold Italy” per il periodo 2017-2021, che grazie alla nuova guida di Arezzo Fiere e Congressi srl, nonché ad un rinnovato lavoro corale di Regione, Camera di Commercio di Arezzo e Siena, Comune e Provincia, e la disponibilità mostrata da Ieg, si concretizza con una nuova proposta di acquisto significativamente migliorativa rispetto e a quella già formalizzata da IEG qualche mese fa, e a quella iniziale, sia sulla entità sia sulla tempistica dei pagamenti previsti.
La proposta, arrivata oggi è accolta con soddisfazione dai Soci pubblici; consentirà il permanere ad Arezzo degli eventi orafi, vetrina del primo distretto europeo della produzione orafa Made in Italy, e di consolidare l’equilibrio economico e finanziario della Società, con nuove prospettive di sviluppo futuro.
Da evidenziare la qualità, la solidità e l’affidabilità del partner IEG, società quotata sul Mercato  Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., leader in Italia nel mercato fieristico e tra i principali operatori del settore fieristico e congressuale a livello europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gatto morde la proprietaria e poi muore, era infetto da particolare Lyssavirus. E' il secondo caso al mondo

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Gatto infetto da Lyssavirus, due ordinanze urgenti del sindaco. Sequestrati gli altri animali della famiglia

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • "Gatto morto, tecnici in arrivo da Padova per analizzare le colonie di pipistrelli". Ad Arezzo il primo passaggio a un felino

  • Tre aretini positivi al Covid: c'è anche un bimbo di 1 anno. Un decesso al San Donato

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento