"Je suis Denise": occhiali e accessori di design nel centro storico di Arezzo

Il sogno di professionalità e originalità di Denise, una delle commercianti storiche di Arezzo, un anno dopo dall'apertura del suo nuovo negozio

“Avevo un sogno: quello di avere un negozio nel cuore della Fiera dell’antiquariato, in pieno centro storico”. Una sfida ma soprattutto una passione. Ecco cosa ha spinto Denise in questa nuova avventura, iniziata dopo 24 anni di Ottica Denise Lunettes.

“Perchè questa scelta? Avevo il desiderio di aprire un negozio di tendenza, per premiare i designer più all’avanguardia in fatto di occhiali e più creativi per gli accessori moda” risponde Denise, tra le commercianti più conosciute del centro storico di Arezzo e che un anno fa ha aperto Je Suis Denise, in via Cavour numero 20.

“Ho sempre avuto la passione per la moda - racconta - e da molti anni, dentro di me, si era già materializzato il desiderio di aprire un negozio non solo di occhiali, ma anche di accessori. Ho frequentato l’Istituto d’arte, una scuola che mi ha aiutata nell’esprimere tutta la mia creatività, avendo avuto come insegnanti personaggi del cinema e del teatro, come Elena Mannini, la celebre costumista. Quella passione mi è sempre rimasta. Pensa che conservo ancora i Vogue di quegli anni”. 

D’altronde la sua storia a livello professionale è quella di una pioniera nel proprio settore. 

“Per certi versi direi che è così - prosegue Denise – sono spesso stata in grado di capire e captare cosa fosse andato di moda l’anno successivo: da Milano a Londra, dalle fiere agli eventi, ero intenta a scovare occhiali particolari, che facessero tendenza. Ho scommesso su diversi produttori, magari piccoli, e alla fine certe scelte si sono rivelate giuste”

Una vocazione che è rimasta anche nel nuovo negozio, perché Je Suis Denise non è solo il nome che accompagna l’insegna, ma anche un segno di riconoscimento: in primis gli occhiali, dalle linee stravaganti ed imprevedibili ai must have che tutte le blogger postano sui propri social, e poi borse uniche dai materiali fantasiosi, profumi che evocano emozioni del passato e ricordi indelebili, tutto questo e molto altro nel nuovo negozio in via Cavour.

“In questa nuova avventura ho messo tutta me stessa. Linda Farrow, DITA, Pugnale, Patty Paillettes, Pawaka, Cuttler & Gross, sono alcune delle linee di eyewear che ho in esclusiva. Linee molto apprezzate e famose all’estero, in particolare Los Angeles, New York, Tokyo e non solo. Oltre agli occhiali, ho scelto di privilegiare le collezioni di designer aretini come Huala di Emiliano Rinaldi, Matì Marten ed Egotique e di introdurre capsule collection per i più giovani, come le t-shirt provocatorie di Taboo e gli occhiali Eyepetizer,  perfetti per l’estate e per l’orario aperitivo. I prezzi? Sia per gli occhiali che per gli altri capi si parte da cifre accessibili. Magari aprire nella parte alta della città è stata anche una sfida, ma il mio sogno era proprio questo: lavorare a due passi dalla Fiera dell’antiquariato, in una atmosfera più retrò”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sagre, feste paesane e cibo di strada: un calendario per i buongustai

  • Omicidio di Maria, ieri il funerale della donna. Ferrini e le sue paure: "Temeva un danno di immagine sul lavoro"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Vanno a funghi e trovano un tesoro: 45 chili di porcini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento