Good bank: quasi mille esuberi. Uscite volontarie e prepensionamenti: i conti

Quale sarà il futuro esatto dei 1.500 lavoratori di Banca Etruria e delle 180 filiali attive potrà essere svelato soltanto dopo la firma e l’acquisto delle good bank da parte del nuovo compratore

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   7 gennaio 2017 16:25  |  Pubblicato in Economia, Arezzo

Articoli correlati



Sono stati calcolati dai 700 ai 900 esuberi per quanto riguarda il personale delle quattro good bank.

In attesa dei prossimi step sulla cessione, che a quanto pare dovrebbe essere davvero a portata di mano, ecco che tornano a far parlare di sé anche i dati sui possibili risvolti occupazionali.

In totale le quattro banche contano circa 4.700 dipendenti. 2.700 di questi fanno parte di Banca Marche mentre 1.500 sono della BPEL.

Per quanto riguarda la situazione di Banca Etruria, già da tempo l’istituto di credito ha avviato un procedimento che ha come scopo quello di accompagnare al prepensionamento circa 390 dipendenti. Un’operazione “dolce” che è stata sempre coordinata dai rappresentanti sindacali di categoria. Trenta invece le filiali della Popolare che saranno chiuse.
In totale, secondo i calcoli del Sole 24 Ore, l’operazione di gestione delle uscite volontarie costerebbe dagli 80 agli 85 milioni di euro alle good bank.

Ma quale sarà il futuro esatto dei 1.500 lavoratori di Banca Etruria e delle 180 filiali attive potrà essere svelato soltanto dopo la firma e l’acquisto delle good bank da parte del nuovo compratore. Nel dossier presentato al Tesoro, e prima ancora al presidente Nicastro, non vi sono accenni di alcun tipo a quelle che potranno essere le eventuali manovre di razionalizzazione e di tagli al personale. Anche in questo caso resta solo da attendere.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus