2,1 milioni per i comuni e 1,6 per le scuole della Provincia. Ance: "Ecco come accedere ai fondi"

Il presidente di Ance Arezzo Igor Michele Magini: “Ci sono le risorse ma partiamo subito”

Igor Michele Magini, presidente Ance Arezzo

Manutenzione delle strade e delle scuole.
Ma anche piccoli interventi, appaltabili velocemente, di ordinaria manutenzione.
E' verso queste due categorie che sarebbero dirette le risorse messe a disposizione dal governo italiano. Risorse vitali che potranno essere richieste direttamente dalle amministrazioni comunali e provinciali.

Stando alle ultime novità, rese note da Ance Arezzo, ai nastri di partenza ci sono sia il piano previsto dalla legge di bilancio per il 2019, che assegna risorse a favore dei comuni italiani per la realizzazione di piccoli interventi appaltabili con procedure veloci, che l’approvazione del decreto di riparto dei contributi previsti per la manutenzione di strade e scuole provinciali.

Due strumenti che potrebbero fornire dell'ossigeno alle amministrazioni aretine.
Ed è proprio in considerazione di questo aspetto che Igor Michele Magini, presidente di Ance Arezzo, lancia un appello ai comuni e la Provincia di Arezzo affinchè si attivino rapidamente.

“Sono due ottime occasioni – spiega Magini – la prima, è il risultato di un piano fortemente voluto da Ance, che ricalca il modello spagnolo per le piccole opere e consentirà ai 33 comuni della provincia di Arezzo di usufruire di un contributo statale, pari a 2.110.000 euro da destinare a interventi, non già integralmente finanziati e aggiuntivi rispetto alla programmazione triennale, per mettere in sicurezza strade, scuole, edifici pubblici e patrimonio culturale. Per questo, invito i comuni a mettere in atto il piano che prevede tempi stringenti noi siamo a disposizione per fornire tutto il supporto necessario al fine di aprire velocemente i cantieri e non sprecare un’occasione preziosa per il territorio e per il settore. Il termine per beneficiare del contributo è, infatti, fissato al 15 maggio 2019, data entro la quale i lavori dovranno necessariamente partire. La seconda occasione riguarda invece il decreto di riparto dei contributi previsti per la manutenzione di strade e scuole provinciali. Si tratta dell’attuazione del comma 889 della legge di bilancio (Legge n. 145/2018) che destina le risorse finalizzate alla realizzazione di piani di sicurezza a valenza pluriennale per la manutenzione di strade e scuole. Su questo fronte la Provincia di Arezzo ha ottenuto 1.699.034 euro per finanziare spese che dovranno essere liquidate o liquidabili entro il 31 dicembre. Ci auguriamo – conclude Magini – che la Provincia si attivi rapidamente affinché tali risorse siano spese al più presto per gli interventi di manutenzione di cui le scuole e le strade necessitano da troppi anni”. 

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

  • Lo zenzero fa bene, ma non sempre: quando e perché non va consumato

  • I 5 errori da evitare quando si arreda casa

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Carta d'identità elettronica obbligatoria: ecco come ottenerla

  • Va a sbattere contro un muro: soccorso con Pegaso

  • Schianto all'alba in Valdichiana. Due feriti, uno è in gravi condizioni

  • Ragno violino, come riconoscerlo e come difendersi dal morso

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento