Elettricità, l'Italia maglia nera in Europa per i costi. Confartigianato: "Il consorzio multienergia, soluzione per abbassare le tariffe"

Una risposta per diminuire l'onere della bolletta elettrica Confartigianato la offre ad aziende e famiglie attraverso il Consorzio Multieneregia, di cui Confartigianato Arezzo è socia da molti anni

Alessandra Papini, segretario provinciale di Confartigianato

Cara elettricità, ma quanto mi costi? In Italia il caro bolletta elettrica è una questione ormai atavica e nemmeno l'abbandono del monopolio pare aver migliorato molto le cose. Secondo l'ultimo aggiornamento di Eurostat l'Italia è la seconda in Europa, dopo la Germania, per il caro energia per le piccole imprese e il gap con gli altri Paesi vale circa 1,5 miliardi di euro. L’esame si è concentrato sulle piccole imprese con consumi fino a 500 Mwh ed è risultato che al netto dell’Iva, una piccola impresa italiana paga i media un prezzo di 17,83 c€/kWh circa il 12% in più del prezzo pagato da una impresa di analoga dimensione nell’Eurozona.

Il divario, secondo lo studio, è determinato pressoché interamente (per il 94%) dagli oneri fiscali e parafiscali, dato che la differenza del prezzo al netto di tasse e oneri è di 0,10 c€/KWh.

Il maggiore costo dell’energia elettrica delle micro e piccole imprese si traduce in un aggravio stimato di 208 euro all’anno per ciascun punto di prelievo. In particolare i prezzi pagati da una piccola impresa italiana superano del 7,8% quelli sostenuti da una omologa in Spagna e del 35,1% quelli pagati in Francia, un costo eccessivo anche se nel 2018 il divario dei prezzi tra Italia e area euro ha registrato una riduzione del 3,7%, più accentuato rispetto al ribasso dello 0,7% rilevato in Eurozona.

Una risposta per diminuire l'onere della bolletta elettrica Confartigianato la offre ad aziende e famiglie attraverso il Consorzio Multieneregia, di cui Confartigianato Arezzo è socia da molti anni.

“Aderendo a Multienergia – ribadisce Alessandra Papini segretario provinciale di Confartigianato - le imprese artigiane possono ottenere un risparmio certo e garantito perché per ciascuna utenza viene fatta una valutazione dei consumi e viene proposta la migliore tariffa reperibile sul mercato. Il tutto senza alcun costo, senza pagare cauzioni, con la garanzia della continuità della fornitura, e senza dover fare pratiche, che verranno svolte dal Consorzio, dunque senza perdite di tempo. Il Consorzio inoltre controlla la " regolarità " delle bollette emesse mensilmente dal fornitore e l'esattezza dei consumi di elettricità prelevata ogni mese e offre consulenza e assistenza gratuita attraverso i propri uffici. E anche per i privati – conclude Simone Verdelli responsabile provinciale sportello Multienergia Arezzo - il Consorzio offre soluzioni interessanti, garantendo tariffe concorrenziali.”

Aderire è facile. Basta una bolletta, una visura camerale il documento d'identità e il numero di telefono.

Per maggiori informazioni ci si può rivolgere a Simone Verdelli di Confartigianato Imprese, tel. 0575-3141, mail multienergia@artigianiarezzo.it, in via Tiziano 32 ad Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio digitale terrestre, cambia tutto per i televisori: come attrezzarsi

  • Delirio in fabbrica ad Arezzo: operaio impugna il martello contro il collega. Licenziato

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Un altro aretino in tv, Enrico protagonista a Forum su Rete 4

  • Drammatico incidente all'alba, donna si ribalta con l'auto: soccorsa in elicottero

  • Bollette, per quanto tempo vanno conservate?

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento