Caro rifiuti, al via il nuovo servizio di Confindustria Toscana Sud

Martedì 12 febbraio la presentazione alle aziende della zona Valdichiana. L’appello del presidente Tiezzi ai sindaci: “Non aumentate tributi e addizionali locali sulle imprese”.

Al via il nuovo servizio di Confindustria Toscana Sud che prevede l’analisi e la verifica dei costi di gestione e smaltimento dei rifiuti delle aziende. L’opportunità, offerta a tutte le aziende associate, verrà presentata nel corso dell’evento in programma per martedì 12 febbraio alle ore 17,30 presso la sede aziendale di CTC Srl - Via della Prata n.169 Sinalunga (SI).

“Nel corso della riunione verranno analizzate le modalità di applicazione della tassa sui rifiuti nei vari Comuni della Valdichiana. È noto, infatti, che le aree di lavorazione di una impresa hanno diritto alla totale detassazione, essendo queste superfici in cui si producono rifiuti speciali in modo continuativo e prevalente – dice Giovanni Tiezzi, Presidente del Gruppo Imprenditori Valdichiana di Confindustria Toscana Sud. Il nuovo servizio della nostra Associazione prevede l’analisi della documentazione attraverso cui sarà possibile verificare se ci sono margini di riduzione della tassa a favore delle imprese. Affronteremo inoltre le problematiche che le aziende si trovano oggi ad affrontare in tema di gestione dei rifiuti speciali: la riduzione degli impianti di conferimento sta infatti determinando un aumento dei costi di smaltimento, ostacolando anche le attività di trattamento e di recupero. Anche per questo, in concomitanza dell’approvazione dei bilanci di previsione 2019, voglio fare un appello ai Sindaci di tutti i Comuni della Valdichiana affinchè non prevedano alcun ulteriore aggravio a carico delle categorie produttive, ma anzi, nei limiti del possibile, prevedano riduzioni di aliquota, per evitare che un ulteriore aumento della pressione fiscale, anche locale, agisca da disincentivo al mantenimento nel territorio delle attività economiche. E’ interesse degli stessi Comuni non penalizzare le imprese esistenti sul proprio territorio, per non perdere valore aggiunto e posti di lavoro che porterebbero ad una riduzione della ricchezza della comunità e delle entrate degli stessi Enti locali” conclude Tiezzi.

Per informazioni sull’iniziativa: Massimiliano Bucaletti (Resp. Area Valdichiana Confindustria Toscana Sud) tel.0575-39941 email m.bucaletti@confindustriatoscanasud.it

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento