Cantarelli: è ancora attesa. Nessuna comunicazione sull’aggiudicatario provvisorio

Un’attesa estenuate che sta mettendo a dura prova la pazienza dei dipendenti che aspettano di conoscere il futuro della propria azienda

Claudia Failli
Claudia Failli
Invia per email  |  Stampa  |   6 dicembre 2017 9:12  |  Pubblicato in Economia, Valdichiana


Chi sarà l’aggiudicatario (provvisorio) della nuova Cantarelli?
Chi tra Men’s Fashion e Bls sarà indicata come la più idonea per l’acquisizione del marchio e dell’azienda di Terontola?

Quesiti da svelare e che attendono delle risposte concrete.
Dopo le notizie riguardanti le manifestazioni di interesse presentate dai due soggetti, il termine ultimo entro il quale il tavolo di lavoro (composto da sindacati, Comune di Cortona, prefettura e commissario liquidatore) avrebbe dovuto riunirsi era fissato al 4 dicembre. A convocare l’assise sarebbe spettato a Leonardo Romagnoli, commissario liquidatore con il compito di traghettare l’azienda nel processo di cessione.

Ma nella giornata di lunedì non ci sono state novità di rilievo. Nessuna conferma è arrivata. Nessun tavolo è stato convocato. E non ci sono sono state comunicazioni da parte di Romagnoli.

“Siamo in attesa – spiega il sindaco di Cortona, Francesca Basanieri – c’è grande aspettativa e anche apprensione per quello che sarà il futuro di questo insediamento produttivo. Da parte nostra continuiamo costantemente a vigilare con estrema attenzione per arrivare ad una soluzione certa e breve”.

Silenzio anche sul portale creato appositamente dal commissario dopo il suo arrivo in Cantarelli. Il sito internet nato con l’intento di “fornire uno strumento di informazione sullo stato della procedura” non riporta novità di alcun rilievo.

Di fatto quindi non è dato sapere se l’aggiudicatario provvisorio sia già stato individuato e il ministero stia svolgendo i dovuti accertamenti oppure non vi sia ancora una decisione in merito. Va tenuto presente che dal momento in cui verrà individuato l’aggiudicatario provvisorio dovrà confrontare il proprio piano economico, di rilancio e di mantenimento occupazionale direttamente con i sindacati che dovranno dare il proprio nulla osta al perfezionamento della vendita.

Un’attesa estenuate che sta mettendo a dura provo la pazienza dei dipendenti che aspettano di conoscere il futuro della propria azienda e della vita lavorativa.

 Claudia Failli 
Claudia FailliValdarnese di nascita e aretina di adozione. Cittadina del mondo grazie al web (cit.). Appassionata di fotografia, video e social network. Il mondo lo guardo da un oblò ma non mi annoio nemmeno un po'.
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus