I buyer internazionali alla scoperta dei vini aretini: educational tour della Camera di Commercio a Buywine in Tuscany

Il Tour aretino inizierà a Cortona, con una masterclass curata dal Consorzio Vini Cortona Doc e relativa degustazione dei vini del territorio alla quale seguirà la visita della città.

Si apre domani, a Firenze la nona edizione di Buywine, la più importante manifestazione B2B dei vini a denominazione della Toscana. Un evento che, fino al 9 febbraio, vedrà la presenza di 215 aziende vitivinicole toscane (una ventina delle quali provenienti da Arezzo) che avranno l’opportunità di interfacciarsi con 200 buyer provenienti da 44 paesi.

Dopo la due giorni fiorentina i buyer verranno accompagnati, domenica 10 febbraio, in 7 educational tour alla scoperta del territorio e delle eccellenze vitivinicole toscane. Uno dei sette tour è stato organizzato dalla Camera di Commercio di Arezzo-Siena che, assieme a Strada del Vino -Terre di Arezzo, Consorzio Vini Valdichiana e Consorzio Vini Cortona doc ospiteranno 15 buyer internazionali provenienti da Regno Unito, Germania, Albania, Lettonia,, Giappone, Russia, Australia, Stati Uniti e Cina.

Il Tour aretino inizierà a Cortona, con una masterclass curata dal Consorzio Vini Cortona Doc e relativa degustazione dei vini del territorio alla quale seguirà la visità della città.

Nel pomeriggio il trasferimento ad Arezzo, dove, nella suggestiva cornice di Villa Severi si svolgeranno gli incontri curati dal Consorzio Vini Valdichiana e dalla Strada del Vino Terre di Arezzo, anche in questo caso con degustazioni delle produzioni DOC e DOCG del territorio. Vi sarà poi spazio per una visita guidata del centro storico che consentirà agli ospiti di conoscere la nostra città.

Il panorama viticolo aretino è particolarmente ricco: 5 DOC provinciali (Colli dell’Etruria aretina centrale, Cortona, Valdichiana, Vinsanto del Chianti e Val d’Arno di Sopra), la DOCG Chianti e 2 IGP. Le stime sulla produzione di vino in provincia di Arezzo per la vendemmia 2018 indicano una ripresa rispetto al 2017 (una delle annate più difficile per le condizioni climatiche avverse ).

In Toscana a fronte di una produzione 2017 pari a circa 1.620.000 ettolitri si prevede per il 2018 un aumento di circa il 25%. Per il nostro territorio la stima è intorno ai 180.000 ettolitri (circa il 9% dell’intera produzione toscana) a fronte di una superficie vitata in produzione (per uva da vino) pari a circa 6.500 ettari con 270.000 quintali di uva raccolta.

L’export vitivinicolo aretino , per i primi 9 mesi del 2018, ha registrato un valore pari a 54 milioni di euro con una leggere contrazione rispetto al 2017 ( -1,4%). I paesi verso i quali si indirizza la nostra produzione sono la Germania (25.909 milioni di euro), Regno Unito e Stati Uniti (4 milioni di euro), Francia (3 milioni e 200 mila euro) ed Austria (2 milioni e 800 mila).

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Schianto tra due auto, feriti due ventenni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento