Arezzo torna da Vicenza Oro, la consulta: "Dubai prudente, bene l'America"

In un momento molto difficile per l’export del settore orafo italiano, chiude i battenti Vicenzaoro September, che ha visto la partecipazione di oltre 180 aziende del nostro territorio e che si conferma un appuntamento fondamentale per incontrare...

ALESSIA_GUALDANI

In un momento molto difficile per l’export del settore orafo italiano, chiude i battenti Vicenzaoro September, che ha visto la partecipazione di oltre 180 aziende del nostro territorio e che si conferma un appuntamento fondamentale per incontrare buyers di tutto il mondo e reperire gli ordinativi della seconda parte dell'anno.

«Attendevamo la risposta dei mercati, in particolare quelli mediorientali – afferma Alessia Gualdani, presidente della Consulta orafa di Arezzo - che più degli altri stanno attraversando un periodo di calo pesante delle commesse, ed abbiamo colto incoraggianti anche se ancora timidi segnali di ripresa. I buyers di Dubai, infatti, presenti in forze a Vicenza, hanno prodotto ordinativi prudenti, con tutta probabilità in attesa di una situazione più stabile in quelle aree».

«Durante l'evento con gli altri i membri della Consulta di Arezzo, abbiamo avuto un incontro con il Presidente di Fiera di Vicenza Matteo Marzotto e il Direttore generale di Fiera di Vicenza Corrado Facco, con un confronto sull'andamento dei mercati di riferimento, - continua Alessia Gualdani - in particolare sull'attuale contrattura dei mercati mediorientali, la critica situazione libica ed invece i più che buoni segnali di ripresa, grazie al dollaro forte, dei mercati americani e di Panama».

In un'ottica del tutto costruttiva e fattiva, che da sempre caratterizza lo spirito della Consulta, abbiamo condiviso strategie e obiettivi per il futuro delle Fiere, parlando delle prossime partecipazioni agli eventi fieristici in Italia e all’estero (Dubai, Hong Kong e Las Vegas) da parte delle imprese aretine, in un'ottica di crescita ed integrazione dei principali distretti italiani e delle loro fiere, il tutto nell'interesse dei nostri imprenditori.

Il settore orafo chiede da sempre la coesione nella promozione, in un processo di progressiva aggregazione del Made in Italy orafo, coesione che la Consulta ha da sempre perseguito con impegno e che consentirà di rafforzare l’immagine del gioiello italiano nel mondo. Nell'ultimo anno si sono ottenuti importanti risultati, grazie all'impegno del Vice Ministro Carlo Calenda e delle nuove governance delle fiere orafe di Vicenza e Arezzo, ma resta ancora molto da fare per recuperare le quote di mercato perse nell’ultimo decennio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I componenti della Consulta degli Orafi Produttori di Arezzo sono: Alessia Gualdani, Presidente pro tempore Consulta Orafa Presidente Sezione Orafi Confapi; Andrea Boldi, Presidente Sezione Orafi Confartigianato; Giordana Giordini; Presidente Sezione Orafi Confindustria; Nicola Tacchini, Presidente Sezione Orafi Cna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in autostrada: muore a 33 anni

  • "Smettetela di potare gli olivi". Ghinelli duro: "Faremo i controlli". Oggi 3 multe per le "giratine"

  • La mamma in ospedale e la nonna vittima del Coronavirus: due fratellini restano soli in casa

  • Inseguimento in zona Tortaia: i carabinieri fermano un 20enne, aveva preso la moto per farsi un giro

  • "Se porti la mascherina ti guardano e ridono". Ilaria dall'Olanda racconta il Coronavirus: "Abbiamo avviato una raccolta fondi"

  • Coronavirus, Ghinelli: "Oggi era atteso il picco dei contagi, invece siamo a zero". Stop ai droni per i controlli

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento