Vinocchio e Uvagina, da Arezzo i vini contro l’omofobia. Presentazione con Ruffini

La battaglia dei diritti civili si fa (anche) a colpi di vino. Ed è aretina la terra che ha lanciato il progetto “Prodigio divino”, che commercializza – ormai da qualche anno – due etichette dal nome ironico, dalla filosofia nobile, sostenute dal notevole spessore del prodotto. Dietro ci sono l’affermato stilista Bruno Tommasini, tra i […]

Mattia Cialini
Mattia Cialini
Invia per email  |  Stampa  |   22 gennaio 2016 16:55  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Valdichiana

Articoli correlati



La battaglia dei diritti civili si fa (anche) a colpi di vino. Ed è aretina la terra che ha lanciato il progetto “Prodigio divino”, che commercializza – ormai da qualche anno – due etichette dal nome ironico, dalla filosofia nobile, sostenute dal notevole spessore del prodotto. Dietro ci sono l’affermato stilista Bruno Tommasini, tra i fondatori dell’Arcigay nazionale, e il suo compagno Edoardo Marziari. I vini sono nati quasi per gioco nell’incantevole campagna delle Vignacce (Marciano della Chiana) e hanno riscosso un crescente successo.

“Le etichette sono due – spiega Bruno Tommasini – si chiamano Vinocchio e Uvagina”. E il 26 febbraio, nella cornice dello Sugar Reef di Arezzo, sarà il comico e presentatore Paolo Ruffini a svelare i nuovi prodotti di “Prodigio Divino”, durante un’anteprima che si preannuncia all’insegna della risata.

Vinocchio e Uvagina nascono come vini dall’uvaggio variabile a seconda delle annate, dai bordolesi al sangiovese. Nel tempo la gamma si è arricchita. Ci sono vini rossi, bianchi e bollicine (prosecco).

“Non commercializzo vini per mestiere – precisa Tommasini – ho pensato, però, che il successo di questi due prodotti avrebbe potuto aiutare a perseguire uno scopo benefico. Ed è per questo che le vendite di Vinocchio e Uvagina supportano progetti contro le discriminazioni di genere”.

Un tema – quello della lotta all’omofobia – caldissimo. E domani numerosi attivisti si preparano ad affollare le piazze italiane per l’iniziativa “#SvegliatItalia – è ora di essere civili”, in favore delle unioni civili. Tommasini, ovviamente, ci sarà. In piazza ad Arezzo scenderanno le associazioni Arcigay “Chimera Arcobaleno” di Arezzo e “Movimento Pansessuale” di Siena, con il supporto dell’associazione Famiglie Arcobaleno, della Rete “Articolo 3 Arezzo” e della Rete #dallapartedeidiritti Siena. Appuntamento alle 16 in piazza San Jacopo.

@MattiaCialini

 Mattia Cialini 
Mattia CialiniNato nel 1983, lacustre trapiantato in Toscana. Vivo ad Arezzo, mi sento a casa anche al Trasimeno e in Maremma. Laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena. Amo scrivere, ho la fortuna di farlo per mestiere dal 2002. Sommelier Ais
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus