Sandra Ceccarelli tra i giurati della 35esima edizione di Valdarno Cinema Fedic

Sandra Ceccarelli ha debuttato giovanissima, a 16 anni, in Segreti segreti (1984) di Giuseppe Bertolucci. Ha vinto la Coppa Volpi come miglior attrice al Festival di Venezia con Luce dei miei occhi (2001) di Giuseppe Piccioni con cui ha collaborato ancora anche in La vita che vorrei (2004).

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   21 aprile 2017 17:39  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Valdarno


La giuria della 35° edizione di Valdarno Cinema Fedic sarà formata dall’attrice cinematografica, teatrale e televisiva Sandra Ceccarelli, la giornalista e critica cinematografica Ilaria Feole e del compositore Giuliano Taviani.

Sandra Ceccarelli ha debuttato giovanissima, a 16 anni, in Segreti segreti (1984) di Giuseppe Bertolucci. Ha vinto la Coppa Volpi come miglior attrice al Festival di Venezia con Luce dei miei occhi (2001) di Giuseppe Piccioni con cui ha collaborato ancora anche in La vita che vorrei (2004). Nel corso della sua carriera ha lavorato, tra gli altri, anche con Ermanno Olmi (Il mestiere delle armi, 2001), Cristina Comencini (Il più bel giorno della mia vita, 2002), Raúl Ruiz (Klimt, 2006), Giuliano Montaldo (I demoni di San Pietroburgo, 2007), Francesco Munzi (Il resto della notte, 2008) e Gianni Amelio (L’intrepido, 2013).

Ilaria Feole è critico cinematografico di Film Tv e la rivista online Gli Spietati. Collabora con i mensili Duellanti e Nocturno.  Nel 2014 ha pubblicato la monografia Wes Anderson. Genitori, figli e altri animali edita da Bietti.

Giuliano Taviani, compositore per cinema, teatro e tv, ha recentemente collaborato con il nuovo film di Ferzan Ozpetek Rosso Istanbul (2017) di Ferzan Özpetek ed è l’abituale autore di colonne sonore di Francesco Munzi, i fratelli Taviani e degli ultimi film dei Vanzina. Sue anche le musiche di film come A Domani (1999) di Giani Zanasi e Boris – Il film (2011) di Ciarrapico, Torre e Vendruscolo. Ha vinto il David di Donatello come miglior musicista e miglior canzone originale per Anime nere (2014) di Francesco Munzi.

blog comments powered by Disqus