Mercato internazionale, tornano ad Arezzo sapori e prodotti da tutto il mondo

202 stand (dei quali 150 provenienti dall’estero) per uno sviluppo lineare complessivo di circa tre chilometri e un’area occupata di quasi seimila metri quadrati; quattro continenti rappresentati (Europa, Asia, Africa e America) per un totale di 33 nazioni dalla A di Argentina ed Austria alla U di Ucraina e Ungheria. Sono questi i numeri principali della dodicesima edizione della kermesse dedicata all’enogastronomia e all’artigianato di qualità, che per tre giorni occuperà il centro storico nello spazio compreso fra Arena Eden, via Niccolò Aretino, via Spinello, via Margaritone, piazza San Jacopo, piazza Risorgimento e piazza Sant’Agostino.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   7 ottobre 2016 14:52  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Arezzo


Spegne dodici candeline, quest’anno, il Mercato internazionale di Arezzo, che da venerdì 14 a domenica 16 ottobre riporterà in città l’ormai amatissima carovana di operatori italiani e stranieri con il meglio dell’artigianato e della gastronomia tipica dei loro Paesi. Un appuntamento che nelle ultime edizioni è riuscito a catalizzare l’attenzione di oltre 300mila persone, confermandosi come il più atteso dell’autunno aretino. E che, nonostante il format di base resti quello di sempre, continua a stupire ogni volta.

Ad organizzare la kermesse è come di consueto la Confcommercio aretina insieme a Fiva (Federazione Italiana Venditori su Area Pubblica), con il patrocinio del Comune di Arezzo e della Camera di Commercio, il contributo di Birindelli Auto e la collaborazione di Coldiretti Imprese.

202 gli stand (dei quali 150 provenienti dall’estero) per uno sviluppo lineare complessivo di circa tre chilometri; quattro i continenti rappresentati (Europa, Asia, Africa e America), 33 le Nazioni, a coprire quasi per intero le lettere dell’alfabeto dalla A di Argentina ed Austria alla U di Ucraina e Ungheria. Quasi seimila metri quadrati l’area occupata dal mercato, compresa fra il parcheggio Eden e piazza Sant’Agostino passando per via Guadagnoli, via Spinello, via Niccolò Aretino, via Margaritone, le piazze San Jacopo e Risorgimento. Un reticolo di piazze e strade del centro storico di Arezzo che offrirà allo sguardo un piccolo compendio della geografia mondiale.


Il “Mercatissimo” dei sapori dal mondo sarà visitabile ogni giorno dalle 9 di mattina alle due di notte. Il montaggio degli stand partirà dal primo pomeriggio di giovedì 13 ottobre, quando sono attesi i primi arrivi degli operatori internazionali. L’ultima sezione ad essere allestita sarà quella di piazza Sant’Agostino e della parte finale di via Margaritone, dove i lavori cominceranno intorno alle 14.30 del venerdì, alla chiusura del mercato rionale. L’inaugurazione ufficiale, alla presenza delle autorità, è invece già fissata per venerdì mattina alle ore 12.

Tra le novità di quest’anno l’area della cucina di strada in piazza Sant’Agostino e dintorni: nei simpatici “food truck”, i piccoli tre-ruote attrezzati per la ristorazione, si serviranno piatti gluten free, vegetariani e vegani a fianco di “ever green” tutti toscani come il panino con il lampredotto o la trippa, le patate al cartoccio o il nuovissimo panino al pesce di mare. Poi ci saranno prodotti mai arrivati prima, come l’artigianato tessile dall’India, lo spiedino arrotolato della “patata magica”, la pelletteria dall’Olanda, l’artigianato etnico africano e tibetano, le ceramiche lituane e la bigiotteria ucraina. Tante anche le gradite conferme, dal banco delle spezie e dei profumi provenzali a quello austriaco della torta Sacher e degli strudel o a quello delle minicrepes olandesi e dei biscotti al burro bretoni. E ancora: la paella spagnola, la birra belga e irlandese, gli stinchi arrostiti e i brezen tedeschi, i falafel israeliani, il souvlaki greco, le grigliate argentine o la vodka russa. Torneranno anche l’ambra del Baltico e la lana cotta dalla Finlandia, i fiori e gli oli essenziali, cuscini e tendaggi. Senza dimenticare le specialità da tutta Italia, dallo speck del Trentino alla pasta di mandorle della Sicilia passando per olio, vino e birre artigianali, frutta e verdura,  salumi e formaggi della provincia di Arezzo, con i produttori agricoli assemblati in piazza San Jacopo.

Una menzione speciale merita lo stand di “Tuttigiorni on the road” (tra via Margaritone  e piazza Sant’Agostino), frutto di un progetto di streetfood a filiera corta ideato dalla cooperativa valdarnese Betadue e promosso dal Patto territoriale per la salute mentale per favorire l’integrazione sociale attraverso il lavoro nei campi e nelle cucine. Verdure a chilometro zero, sane e genuine, pronte da gustare.

Da non perdere anche alcuni allestimenti particolari: piazza Risorgimento trasformata in un giardino d’autunno a cura di Gardenar, con fiori, arbusti e piante da frutto e ornamentali tipiche di questa stagione tra le quali passeggiare, poi il prato (di erba sintetica) di oltre 400 mq sistemato in piazza Sant’Agostino dall’Agraria Vannini, per permettere a chi lo vorrà di improvvisare un allegro picnic urbano con le specialità acquistate negli stand. Infine, tra le collaterali, da segnalare gli spettacoli di flamenco a cura della compagnia El Rincon de Espana, sul palco accanto allo stand spagnolo con i seguenti orari: venerdì 14 ottobre alle ore 17.30-19.30-21; sabato 15 e domenica 16 ottobre alle ore 11.30- 17.30-19.30-21.

Mercato Internazionale Kids

Per favorire la frequentazione delle famiglie, gli organizzatori del Mercato Internazionale hanno pensato anche ai più piccoli: la parte alta di piazza Sant’Agostino (di fronte alla chiesa) accoglierà l’area giochi con i gonfiabili di Wonderland Park (aperti ogni giorno dalle ore 10 alle 19), i laboratori culinari della Banda dei Piccoli Chef della Lilt  (sabato dalle 15 alle 19 e domenica dalle 10 alle 19) e le animazioni a base di bolle di sapone giganti con Giada Ruggeri (venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 20)

Il Mercatissimo 2.0

Reale e virtuale si mescolano nella tre-giorni dei sapori e dei colori, che rafforza la sua presenza sui social network attraverso due iniziative. La prima è #particongusto, contest fotografico che mette in palio un viaggio (un week end per due persone in una capitale europea) per chi meglio saprà immortalare l’atmosfera del Mercato in uno scatto. Per partecipare basta scattare una foto tra gli stand e pubblicarla su Instagram con l’hasthag #mercatointernazionalearezzo. Il concorso è promosso dal sindacato provinciale dei fotografi Confcommercio con la collaborazione dell’agenzia Arezia Viaggi di Arezzo.

“Il mondo in 200 secondi” è invece rivolto in esclusiva agli studenti del Liceo Artistico di Arezzo che intendono candidarsi come autori del trailer ufficiale della manifestazione per l’edizione 2017. Per partecipare dovranno confezionare un video di 200 secondi e condividerlo sulla pagina Facebook ufficiale della kermesse (Mercato Internazionale).

Ambiente e sicurezza

L’edizione 2016 del Mercato Internazionale propone infine importanti novità anche nell’ambito della sicurezza e del rispetto dell’ambiente. L’attenzione al verde e al decoro passerà dalla presenza h24 del personale di Cooperativa Futura, che si occuperà della raccolta “istantanea” dei rifiuti. L’azienda Nieco gestirà invece il corretto smaltimenti di oli, fritti  e grassi animali, distribuendo gli appositi contenitori agli operatori dell’alimentare. Alla sicurezza penserà invece Ombra Security, al lavoro per tutto il tempo non solo per garantire il presidio dell’area del mercato scongiurando furti, borseggi e atti di vandalismo, ma anche  per controllare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, ovviamente sempre in stretta sinergia con le forze dell’ordine.

I numeri dell’edizione 2016

202                  gli operatori

4 i Continenti rappresentanti (Europa, Asia, Africa, America)

33 le Nazioni presenti:

  1. Argentina
  2. Austria
  3. Belgio
  4. Brasile
  5. Bulgaria
  6. Ecuador
  7. Finlandia
  8. Francia
  9. Germania
  10. Gran Bretagna
  11. Grecia
  12. India
  13. Italia
  14. Irlanda
  15. Israele
  16. Lituania
  17. Messico
  18. Nepal
  19. Norvegia
  20. Olanda
  21. Paesi Bassi
  22. Perù
  23. Polonia
  24. Repubblica Ceca
  25. Russia
  26. Senegal
  27. Slovenia
  28. Spagna
  29. Stati Uniti
  30. Svizzera
  31. Thailandia
  32. Ucraina
  33. Ungheria

5.500 mq l’area espositiva

3 Km lo sviluppo lineare degli stand

200 mq l’area occupata dagli stand di fiori e piante

120 gli stand specializzati in gastronomia

Oltre 300mila      i visitatori dell’edizione 2015

blog comments powered by Disqus