La storia e il mondo di Frida Kahlo in 100 stickers. L’estetica dell’artista diventa un libro d’attività per i piccoli

#LettoriSelvaggi è una rubrica sui libri per i più piccoli curata da Elena Giacomin, libreria La casa sull’Albero.

Redazione Arezzo Notizie
Redazione Arezzo Notizie
Invia per email  |  Stampa  |   8 marzo 2018 7:37  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Arezzo


di *Elena Giacomin

Frida Kahlo stickers book, Chiara Bellifemine, 24 Ore Cultura

Frida Kahlo è forse la pittrice più nota al grande pubblico di sempre. Le sono state dedicate mostre, retrospettive, film, documentari, libri di ogni genere, per adulti e per bambini.

È proprio  di questi giorni la notizia che a Frida sarà dedicata anche un Barbie della linea Inspiring Women, così come ad Amelia Earhart, prima aviatrice ad attraversare l’Oceano Atlantico e a Katherine Johnson, pioniera nelle scienze matematiche che ha infranto le barriere razziali e di genere creando alla NASA un pool di sole donne.

Nel 2017 i volumi destinati al mercato dei ragazzi che hanno per protagonista la pittrice messicana sono stati innumerevoli: due preziose riproposte Frida e Diego. Una favola messicana, Gallucci, in cui Fabian Negrin si immagina la discesa nel Paese degli scheletri dei due piccoli protagonisti e la biografia di Vanna Cercenà, illustrata da Marina Sagona, Storie e Rime Einaudi, già edita nella collana Sirene. Ci sono state anche novità come Frida Kahlo di G.Fan Eng, collana Piccole donne, grandi sogni, Fabbri e Frida di Ana Juan e Jonah Winter, Logos edizioni. Il  2018 si è aperto con Io sono Frida, di Sophie Faucher, Rizzoli, una Frida traboccante di energia e con degli occhi grandissimi che vedono tutto.

Di 24 ore cultura avevamo  molto apprezzato il volume di Vanna Vinci  Frida. Operetta amorale a fumetti. Una graphic novel per i più grandi che racconta  la tormentata vita dell’artista,  una sorta di diario a fumetti, la biografia visiva di una figura femminile diventata leggenda, icona di stile, esempio di anticonformismo ed indipendenza.

24 ore cultura è anche il promotore della mostra Frida Kahlo. Oltre il mito, a cura di Diego Sileo, che sarà visitabile a Milano fino a giugno, un progetto espositivo frutto di sei anni di studi e ricerche, che si propone di delineare una nuova chiave di lettura attorno alla figura dell’artista, mettendo in campo materiali inediti  d’archivio.

24 ore cultura ha pensato anche ai più piccoli ed ha dato alle stampe un libro interattivo, uno stickers book, pensato per avvicinare i bambini, giocando, all’arte della grande pittrice messicana.

Frida è raccontata da 11 scenari che riproducono ambienti, situazioni, vicende biografiche. Nella casa Azul, a New York, immersa nella natura messicana, assieme alla sua famiglia, con l’amato Diego, o a far festa con Tina Modotti, André Breton, Lev Trockij, Frida è sempre la protagonista. In fondo al libro 100 stickers da incollare per arredare, stanza dopo stanza, il mondo abitato da Frida Kahlo.

E mentre si attaccano gli stickers, si leggono notizie sulla pittrice, emerge il suo percorso artistico e le sue scelte espressive, i suoi riferimenti culturali, le sue passioni.

Frida è stata una pittrice straordinaria, ma anche una donna forte, indipendente e passionale, un modello femminile ancora attuale.

Ben vengano proposte come questa che restituiscono dignità ai libri d’attività, prodotti spesso poco curati dal punto di vista grafico ed estetico.

Un omaggio all’immaginario della pittrice, un invito a visitare la mostra a lei dedicata, un suggerimento importante, ovvero quello di giocare con l’arte, vestendo Frida con le sue gonne dai mille colori, con gli antichi gioielli messicani, intrecciandole i capelli con le rose e nastri, ma anche affiancandole  i suoi tanto amati animali, mettendole a fianco i simboli della cultura messicana che lei ha sempre ostentato, rivendicando, con coraggio, la sua individualità di donna e di artista.

*Elena Giacomin, laureata in Lettere e filosofia, indirizzo Storia dell’arte, si occupa dal 2006 di progetti interculturali e di educazione alla cittadinanza rivolti a bambini e ragazzi in collaborazione con associazioni, scuole ed enti pubblici. Nel 2013, assieme ad Anna e Barbara, ha aperto ad Arezzo la libreria specializzata per bambini e ragazzi La Casa sull’albero, di cui coordina i progetti formativi e di promozione alla lettura

blog comments powered by Disqus