La notte si accende e riempe centro e locali: che folla per il sabato-evento di Arezzo

La folla c’è e si distribuisce abbondante nella croce via Roma/via Crispi-Corso Italia, innervandosi anche nelle strade accanto, attivando il circuito di una festa colorata e vivissima, dal tramonto in poi

Mattia Cialini
Mattia Cialini
Invia per email  |  Stampa  |   8 luglio 2018 12:16  |  Pubblicato in Cultura, eventi e spettacolo, Fotogallery, Arezzo

Articoli correlati



Migliaia e migliaia di persone in centro ad Arezzo. Sabato sera, notte bianca, negozi aperti per l’inizio dei saldi. Ma sull’altro piatto della bilancia ci sono gli aretini in ferie e il richiamo del mare che, nel secondo fine settimana di luglio, diventa quasi irresistibile. Eppure la folla c’è. Non da delirio, ma c’è eccome. E si distribuisce abbondante nella croce degli assi via Roma/via Crispi-Corso Italia, innervandosi anche nelle strade accanto, attivando il circuito di una festa colorata e vivissima, dal tramonto in poi.


Lo shopping a metà Alcuni affari di notte, ma nulla di eclatante. Per stilare un bilancio dei saldi estivi bisognerà aspettare qualche giorno. La serata con le vetrine dei negozi accese fino a mezzanotte (nell’ambito dell’iniziativa Ascom “We love shopping sottocasa” per sostenere i negozi di vicinato) ha funzionato anche come attrattiva per i visitatori e si è aggiunta a spettacoli, danze e musica.

Locali pieni Di sicuro hanno lavorato locali notturni, ristoranti e i bar degli aperitivi. A dar loro man forte ci hanno pensato gli show: quello di Andrea Fognani ed Enzo Scartoni con il lancio di mille palloncini in piazza Grande, quello del ballo della scuola “La Piccola Etoile” davanti ai Portici; eppoi la musica in via Crispi, via Garibaldi, via Guido Monaco, Piazza Sant’Agostino, dj in piazza della Badia e le note latine in piazza San Jacopo.

@MattiaCialini

 Mattia Cialini 
Mattia CialiniNato nel 1983, lacustre trapiantato in Toscana. Vivo ad Arezzo, mi sento a casa anche al Trasimeno e in Maremma. Laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena. Amo scrivere, ho la fortuna di farlo per mestiere dal 2002. Sommelier Ais
Altre dall'autore »
blog comments powered by Disqus